« Torna indietro

Pratola Serra, FCA: attesa per la convocazione del tavolo con Catalfo. Ipotesi riconversione

Pratola Serra – Organizzazioni sindacali e lavoratori attendono la convocazione da parte del ministro del lavoro, Nunzia Catalfo, del tavolo di confronto per capire quale futuro è stato riservato agli stabilimenti FCA di Pratola Serra e di Pomigliano d’Arco. In Irpinia, a Pratola Serra, lo stabilimento pratica la cassa integrazione ed i cancelli riaprono per pochi turni al mese in attesa che venga riconvertito per la produzione di mascherine. La soluzione è fortemente contrastata dal sindacato, perché i programmi Fiat Chrysler prevedevano il lancio a Pratola Serra del nuovo motore a gasolio a zero emissione, che avrebbe dovuto garantire il posto di lavoro agli addetti, ma la devastante crisi del settore ha scompaginato quel progetto ed ora la produzione deve essere riconsiderata. Si ipotizza, ma nessuna comunicazione ufficiale è giunta in tal senso, che la produzione delle mascherine possa essere avviata nel mese di luglio. Quadro addirittura peggiore per lo stabilimento “gemello” di Pomigliano d’Arco, che resta chiuso. Nel primo trimestre del 2020 il settore automotive ha segnato un meno 90 percento, poi ridotto a meno 50 percento, ma in ogni caso si tratta di numero troppo basso per poter pensare alla ripartenza.

x