« Torna indietro

Un turista muore mentre ci si prepara alla riapertura delle spiagge

Episodio tragico accaduto ieri intorno alle 21.00 a Vernazza, nelle Cinque Terre, ove, un turista muore per una caduta. L’uomo sessantenne e sposato, residente in Emilia Romagna si stava recando con la moglie presso il parcheggio della  località turistica quando attratto da un folto cespuglio si sarebbe sporto, scivolando per un tragitto di circa 13 metri, caduta che lo ha condotto in un torrente. Secondo la dinamica dell’evento il povero forestiero ha subito un trauma così grave da cagionargli il decesso nonostante gli interventi immediati sul posto dell’automedica Delta 1 del 118 con medico ed infermiere, della Pubblica Assistenza di Vernazza, dei Vigili del Fuoco,del Soccorso Alpino e delle Forze dell’Ordine. Nonostante il tempismo del personale sanitario l’uomo ha perso la vita, fatto che ci riporta comunque a rivedere i parametri di sicurezza adottati sui litorali ed i sentieri della riviera cinqueterrina. Tema che ci conduce al vicino 15 giugno per la riapertura delle spiagge di Fiumaretta, Bocca di Magra e Punta Corvo, mete quest’ultime ambite anche dagli escursionisti e che dunque rientrano nel discorso del monitoraggio e della supervisione dei tratti sentieristici per la riduzione del rischio ambientale (frane, cedimenti strutturali, etc.) gravante sull’individuo, accanto alle restrizioni da adottare per l’emergenza  covid. Il Comune di Ameglia mette a disposizione una App per prenotare i posti nel fine settimana allo scopo di ridurre gli assembramenti.  Il sindaco Andrea De Ranieri si pronuncia :  – “Stiamo cercando di lavorare al meglio per garantire a tutti la fruizione libera e gratuita delle spiagge demaniali, garantendo un diritto di prenotazione ai nostri residenti senza però sfavorire i turisti che sceglieranno di passare da noi le vacanze. Anche gli ospiti delle strutture ricettive del territorio avranno infatti dei vantaggi nella prenotazione. Sulle spiagge libere di Fiumaretta e di Bocca di Magra, infatti, saranno predisposti degli stalli debitamente distanziati dove in prossimità di essi potranno accomodarsi i diversi nuclei familiari”. Diversamente sarà per la spiaggia di Punta Corvo, considerata più selvaggia e più esposta alle possibili mareggiate. Il margine di arenile sarà sottoposto alla gestione del numero chiuso per un massimo di 175 persone, senza stalli fissi e gli  utenti potranno raggiungere le spiagge servendosi sia del trasporto via mare che di quello via terra tramite il sentiero di Montemarcello. Gli ingressi saranno controllati durante i weekend di giugno, luglio e settembre attraverso un sistema di prenotazioni effettuabili con una App facilmente scaricabile, utilizzando, altresì, un numero telefonico dedicato, mentre nel mese di agosto questo metodo sarà attuato giornalmente. De Ranieri aggiunge che saranno presenti in queste giornate degli steward per verificare il conteggio degli ingressi e le prenotazioni. Per i feriali di giugno, luglio e settembre invece, ove è prevista un’affluenza minore di bagnanti, gli utenti dovranno attenersi minuziosamente alle disposizioni dettate, consultabili nell’adeguata cartellonistica affissa e ben visibile nelle spiagge. Vi saranno stretti controlli, rammenda il sindaco, da parte della Polizia locale e della Capitaneria di porto, sarà anche fondamentale la collaborazione dei privati e delle associazioni, quali Croce rossa e Protezione civile. Il vicesindaco di Ameglia Cadeddu comunica che la App sarà disponibile dal 15 giugno e si accederà registrando i propri dati, dopodiché si potrà procedere alle prenotazioni. Sarà, altresì, necessario e fondamentale cancellare le stesse nel momento in cui si decidesse di rinunciare onde evitare di far risultare erroneamente la spiaggia al completo. Per favorire chi non fosse avvezzo all’utilizzo della tecnologia su smartphone, a partire da metà giugno resterà a disposizione il chiosco informativo di Fiumaretta presso il quale si potrà accedere per richiedere ausilio nella prenotazione. A breve saranno comunicati gli orari di apertura settimanale. I battelli, in partenza da Fiumaretta e Bocca di Magra, potranno svolgere tre viaggi al mattino per l’andata e tre viaggi al pomeriggio per il rientro. Potranno trasportare un massimo di 100 persone durante la giornata (50 da Fiumaretta e 50 da Bocca di Magra) mentre gli accessi dal sentiero di Montemarcello potranno essere al massimo 75. Sabato e domenica presenza fissa di steward con l’ausilio della Capitaneria di porto per controlli in arrivo dal mare. Il vicesindaco conclude: -“Sappiamo che non sarà una stagione come tutte le altre questa emergenza sta mettendo in difficoltà molti comuni, soprattutto dal punto di vista finanziario. Ci auguriamo che il governo, grande assente fino a questo momento, metta mano in maniera seria al portafoglio, cercando di aiutare le pubbliche amministrazioni come la nostra. L’emergenza sanitaria impone una circostanza straordinaria che va rispettata per tutelare la salute di tutti. Dovremo effettuare continui controlli sia via terra sia via mare al fine di vigilare sul rispetto delle regole che, ribadiamo, sono state studiate per evitare una nuova risalita in termini di contagi. Sono certo che, nonostante tutto, riusciremo a goderci questa estate lavorando tutti insieme per tornare prima possibile alla normalità”. Accanto al fatto di cronaca per la morte accidentale di un turista che rende ancora più amaro questo scenario si prevede un avvio arduo delle iniziative dei Comuni nel limitare il rischio di contagio da covid sulle spiagge, con l’obiettivo di garantire la sicurezza pubblica in un quadro di forte emergenza sanitaria.

Edizioni