« Torna indietro

Aggressioni sui bus, i sindacati: “Intervenga il Prefetto”

Aggressioni sui bus di linea dettati anche dall’emergenza covid. I sindacati chiedono l’intervento del prefetto Russo. Una richiesta che arriva anche al presidente della commissione regionale trasporti, Luca Cascone e soprattutto ai vertici di Bus Italia. Le corse saltate per evitare pericolosi affollamenti sulle vetture di linea, ormai, sono sempre più frequenti. I pendolari sono esasperati dal continuo attendere alle fermate, per poi vedersi rifiutare l’ingresso nella vettura. I sindacati lamentano il fatto che Bus Italia non sia mai entrata nella fase 2 dell’emergenza Covid e non abbia mai ripristinato il 100% del servizio di trasporto pubblico locale su gomma così come chiesto da Regione e Prefettura. Cgil, Cisl, Uil e Ugl parlano di «continuo diniego da parte dell’azienda, di ulteriore riduzione dei servizi e sui turni serali, di forte limitazione di orari nelle zone collinari». Una situazione che «sta mettendo a rischio la sicurezza dei conducenti e dei viaggiatori». Ed il «vile tentativo di aggressione ai danni di un conducente sulla linea 2 (Ligea-Sordina)» ne è l’ultima prova, perché sono tanti gli episodi del genere che si verificano ogni giorno.

con i pendolari che

Edizioni