« Torna indietro

infanzia

La scuola non si ferma

La Spezia è al centro delle procedure di adeguamento per l’istruzione e la sicurezza. L’emergenza covid non può e non deve rallentare gli interventi nelle scuole connesse all’applicazione corretta della normativa antincendio, si fa presente che il MIUR (Ministero dell’Istruzione) ha pubblicato le graduatorie per il finanziamento di 1.405 interventi di risanamento nelle scuole in materia di scurezza e normativa antincendio pari ad un budget stanziato di oltre 96,2 milioni. I provvedimenti sono stati redatti sulla base dei criteri di aspetto vetusto degli edifici, numero di studenti presenti nello stabile scolastico, livello previsto di adattamento alla normativa antincendio che si intende conseguire con il contributo richiesto, eventuale quota di cofinanziamento. La Scuola di  Infanzia di Bragarina a La Spezia ha ottenuto l’accoglimento a la richiesta  di finanziamento di 65mila euro per il totale adeguamento alla normativa antincendio. E’ stato ottenuto lo stanziamento di 100mila euro alla Provincia della Spezia per il completo aggiornamento alla normativa antincendio del Liceo Artistico Cardarelli in Via Federici.

Le procedure di equiparazione includono anche le prove di Maturità del 2020 che dal 17 giugno prevedono un ‘orale  global’ in grado di comprendere anche le prove scritte, ovvero, gli studenti verranno chiamati a sostenere una discussione esente dagli stessi esami scritti. Una Maturità inusuale in un momento di confronto tra il maturando e i docenti che si svolgerà in presenza dei membri di commissione e nel rispetto delle norme relative al distanziamento sociale. Un unico esame, dunque, articolato in cinque fasi: : la discussione multidisciplinare a partire da un documento proposto dalla commissione; la presentazione dei percorsi PCTO e, cittadinanza e, Costituzione, ai quali si aggiungono due momenti che rimpiazzano prima e seconda prova. Le commissioni saranno tutte interne, tranne il presidente che, come di consueto, proverrà da un altro istituto. Il Ministero ha reso già pubblici i nomi dei presidenti di Commissione di tutta Italia e La Spezia come altre città del Paese è pronta ad affrontare anche questa prova sui generis dettata dall’emergenza covid, auspicando che da settembre si possa ritornare alla normalità.

Edizioni