« Torna indietro

Veronafiere

Verona attende risposte dal Governo per Arena e Veronafiere

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, nella conferenza stampa di oggi ha ricordato che due asset fondamentali della città attendono ancora risposte dal Governo. Fondazione Arena per l’edizione straordinaria 2020, con tremila spettatori invece di mille come previsto finora a livello nazionale per gli spettacoli all’aperto. E Veronafiere per la programmazione delle manifestazioni autunnali, che il cda della società ha confermato di voler realizzare. Due in particolare gli eventi internazionali, Marmomac a settembre e Fieracavalli che quest’anno, in via eccezionale, dovrebbe tenersi in due weekend per diluire gli ingressi.

“Il gruppo Veronafiere ha confermato il programma autunnale, il protocollo di sicurezza è pronto – ha spiegato Sboarina -. Anche in questo caso, manca la data certa di ripartenza. Ora attendiamo in tempi celeri una risposta dal Governo, compresa l’ipotesi di aiuti alle società fieristiche. Così come per l’Arena, altro asset strategico e fondamentale, mi auguro che arrivino indicazioni chiare e veloci. Abbiamo ideato un progetto innovativo per gli spettacoli estivi, così come con parecchie novità è il calendario di Veronafiere. La nostra fiera ha già sofferto dello spostamento di Vinitaly al prossimo anno, ma è pronta per ripartire al meglio. Non possiamo permetterci di perdere le manifestazioni dell’autunno, fiere di livello internazionale come Fieracavalli e Marmomac che sono volano per l’economia, il commercio e il turismo scaligero. Monitoriamo gli sviluppo delle prossime ore, dopodichè se non dovesse esserci una presa di posizione da parte del Governo mi farò portavoce anche di questa istanza nelle sedi competenti”.

Edizioni