« Torna indietro

Casoria “città invivibile”. La denuncia dei cittadini

“Casoria è diventata una città invivibile!!!! Stasera in via pio Xll mio figlio stava tornando dalla palestra e tre di loro sul motorino hanno tentato una rapina ed avevano anche la pistola!!!! Quest ultima di sicuro era giocattolo se no non voglio manco immaginare come sarebbe andata !!!!!! Per fortuna non è successo niente!!!!non si son presi il telefonino perché mio figlio non l’ha mollato!!!! L’ha tenuto stretto e hanno cercato di fare resistenza e mio figlio si è difeso. Ha sbagliato mio figlio lo so doveva dargli il telefonino….. Ma non è giusto vivere così!!!!! Occorre più controlli più vigilanza non è possibile che dobbiamo privarci anche di uscire di casa…” .

E’ questo uno dei, tanti, sfoghi che purtroppo spopolano sul Web. Una donna ha denunciato attraverso i social lo stato in cui versa la sua città e il pericolo, costante, di episodi di micro e macro criminalità che affiggono la zona.

Casoria “vittima dei balordi”. Il popolo del web insorge

“Non è possibile che dobbiamo aver paura!!!! – ha proseguito sfogandosi la cittadina- accadono tutti i giorni queste rapine!!!!! Il Sindaco è Bene fare qualcosa e si muova prima che succedano altre vittime!!!!!!”. Ovviamente a queste parole hanno fatto seguito tantissime altre dichiarazioni di residenti che purtroppo sono costretti a convivere con il disagio da anni.

A Casoria, come in molti altri comuni alle porte di Napoli, occorrerebbe un sistema di sorveglianza e videosorveglianza costanti. Gli abitanti si lamentano con le istituzioni e, quando non ne possono più, inveiscono contro di loro. Si richiede al sindaco un maggiore controllo del territorio, la sicurezza “E’ la prima cosa” ribadiscono i casoriani.

Il sindaco, almeno per ora, non ha risposto a questo sfogo. Molti altri circolano sul web. Si è spesso parlato di apporre telecamere mobili in zone strategiche del comune. Come si evince dalla pesante situazione, l’operazione per ora non ha riscosso il successo dovuto.

Il territorio continua a restare un “campo minato” soprattutto durante le ore notturne. Certe zone sono quasi completamente buie e assolutamente infrequentabili.

Casoria e il terrore dei residenti. Il popolo “che non si arrende

Casoria sarebbe diventata quasi una città invivibile e “vittima” delle baby gang. Spesso ci sono state liti tra ragazzini documentate con tanto di video.

Occorrerebbe una maggiore sorveglianza. Per ora non resta, per tutti, che lo sfogo.

Edizioni