« Torna indietro

Incendi e incuria dei terreni, l’ordinanza del sindaco: multe salate per i trasgressori

La stagione estiva è ormai alle porte ed una città verde come Frosinone deve affrontare, ogni anno, una lotta contro incendi e incuria dei terreni.

Proprio per cercare di arginare questa situazione, che il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha emanato una ordinanza specifica volta alla prevenzione degli incendi e per disporre la pulizia dei terreni e lo sfalcio della vegetazione. 

Alcuni appezzamenti di terreno di proprietà privata, ricadenti nel territorio comunale, in particolare nel perimetro urbano, presentano infatti gravi carenze igienico-sanitarie derivanti dal totale abbandono, con contestuale presenza di rifiuti vari, vegetazione spontanea, proliferazione di insetti e ratti. Tale stato, inoltre, può favorire il costante pericolo di incendi. Analogo problema presentano i numerosi fondi di terreno privati aventi i fronti su strade comunali, che sovente determinano gravi problemi per la viabilità a causa della incuria dei proprietari che non provvedono ad eseguire le opere di loro spettanza, come il taglio della vegetazione incolta (che può determinare l’intasamento delle cunette stradali impedendo il regolare deflusso delle acque meteoriche, causando allagamenti e ristagni sulla sede stradale con conseguente pericolo per la viabilità) o dei rami che oscurano la regolare proiezione di luce da parte degli impianti di pubblica illuminazione e della segnaletica stradale verticale.

Nel periodo di massima pericolosità per gli incendi, individuato dal 15 giugno fino al 30 settembre 2020 nonché tutti i fine settimana e giorni festivi fino al mese di ottobre 2020, è fatto divieto nelle zone boscate e cespugliate e in tutti i terreni condotti a coltura agraria, pascoli e incolti, di compiere azioni che possano arrecare pericolo anche immediato di incendio.

Nel caso di mancata pulizia di aree incolte interessanti fronti stradali di pubblico transito, verrà applicata una sanzione per un importo non inferiore ad euro 155,00 e non superiore ad euro 624,00. Nel caso di procurato incendio causato dalla esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio durante il periodo dal 15 Giugno al 30 Settembre, verrà applicata una sanzione per un importo non inferiore ad euro 1.032,91 e non superiore ad euro 10.329,14.

Il testo integrale dell’ordinanza, con le eventuali deroghe, è consultabile al link http://hosting.soluzionipa.it/frosinone/albo/albo_dettagli.php?id=41050&CSRF=5ee5022d08ebdb49ee79b050f731e341

Edizioni