« Torna indietro

coronavirus

Coronavirus in Campania, focolaio a Mondragone: 25 positivi

Aumentano i casi di coronavirus in Campania. Dopo il focolaio registrato ieri a Mondragone, sarebbero 25 i tamponi risultati positivi.

Al momento, si apprende dalla Asl di Caserta, sono stati processati complessivamente 519 tamponi, 25 dei quali sono risultati positivi al coronavirus, compresi i primi due casi emersi due giorni fa, una donna che si era recata all’ospedale di Sessa Aurunca per partorire e un altro uomo, entrambi cittadini bulgari residenti a Mondragone.

I residenti dei cosiddetti Palazzi Cirio sono in isolamento domiciliare ed è stato disposto il divieto di entrata e uscita dall’area, con la sola eccezione degli operatori sanitari e socio-sanitari impegnati nei controlli e nelle attività di assistenza, e per il trasporto e la somministrazione di derrate alimentari e generi di prima necessità. Il provvedimento resterà in vigore fino al 30 giugno.

Il bollettino delle 17

La regione Campania ha diramato questo pomeriggio il numero dei casi positivi al coronavirus. Il bollettino del 23 giugno segnala un aumento dei casi. Dopo diversi giorni a quota zero, oggi si è raggiunta quota 10 positivi.ì. Il bollettino non tiene conto degli altri tamponi positivi effettuati in serata.


Positivi del giorno (): 10

Tamponi del giorno: 834

Totale positivi: 4.634

Totale tamponi: 267.306

Deceduti del giorno (): 0
Totale deceduti: 431


Guariti del giorno (*): 2

Totale guariti: 4.062 (di cui 4.056 totalmente guariti e 6 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

Le parole del sindaco di Mondragone

“Sulla vicenda che sta riguardando la zona dei Palazzi ex Cirio di Mondragone, vorrei dire poche cose ma chiare. C’è un area di pochi palazzi, individuata dall’ordinanza della Regione Campania, che è stata chiusa e sulla quale stiamo operando con tamponi a raffica.
C’è in corso un’operazione che vede insieme il comune di Mondragone, la Regione Campania, la Polizia municipale, la Protezione civile, l’Arma dei carabinieri, la Polizia di Stato e l’Esercito italiano.
Il problema riguarda solo cittadini dI nazionalità bulgara di etnia rom.
Entro pochi giorni, anche quest’area sarà interamente sanificata e il problema sarà risolto. Ma tutto il resto della città, lo dico con decisione, è assolutamente fruibile e Covid free.
Si può venire al mare, si può entrare nei locali: in altre parole si possono svolgere tutte le attività alle stregua di ogni altra località d’Italia.

x