« Torna indietro

Bibbiano

Bibbiano, a giudizio in 24 per il traffico di bambini sottratti ai genitori e dati in affido

Sono 24 gli indagati rinviati a giudizio dalla Procura di Reggio Emilia nell’ambito dell’inchiesta sul sistema di affidi illeciti a Bibbiano. L’udienza preliminare è fissata per il 30 ottobre davanti al gup, Dario De Luca, del tribunale di Reggio Emilia.

L’inchiesta Angeli e Demoni ha analizzato nell’ultimo anno decine e decine di documenti che avrebbero portato alla luce una ragnatela sotterranea di accordi fra enti privati e pubblici che avrebbe gestito un vero e proprio traffico di minori, sottratti alle famiglie e inseriti nel giro degli affidi e delle adozioni, con un volume di affari enorme. Dall’inchiesta della procura sono emersi numerosi documenti falsi, relazioni non veritiere, perizie manomesse, utilizzati per favorire la fuoriuscita dei minori dalle famiglie di origine; secondo quanto emerso, i bambini venivano poi sottoposti a pressioni e manipolazioni psicologiche al fine di indurli a confessare violenze mai subite e a procedere quindi con denunce nei confronti delle famiglie stesse.  

Nel registro degli indagati si trovano, fra gli altri, Federica Anghinolfi, ex responsabile dei servizi sociali dell’Unione comunale, la psicoterapeuta Nadia Bolognini, suo marito Claudio Foti, della onlus Hansel & Gretel, il sindaco dem di Bibbiano Andrea Carletti

Edizioni