« Torna indietro

Maltrattamenti in famiglia: minaccia di morte dopo un impeto di gelosia

Maltrattamenti in famiglia: minaccia di morte dopo un impeto di gelosia

Maltrattamenti in famiglia: nella tarda serata di lunedì 22 giugno, il personale della Squadra Volante ha arrestato S.P., 37enne originario della provincia di Bari, responsabile del reato. L’uomo era già stato arrestato lo scorso 14 marzo per aver incendiato l’appartamento della compagna presso un Map (Modulo abitativo provvisorio in legno, realizzato a seguito dell’evento sismico del 2009) sito in Collebrincioni (AQ), dopo un diverbio con la compagna.
In particolare, nella serata di lunedì 22 giugno, il personale della Squadra Volante interveniva nella frazione di Camarda (AQ), per una segnalazione relativa a una lite violenta tra un uomo e una donna.
La richiedente (una 32enne ivi residente) riferiva che, mentre la stessa era fuori casa per delle commissioni, il compagno colto da un impeto di gelosia, dopo aver messo a soqquadro l’appartamento, aveva gettato in strada tutta la sua roba. Al suo ritorno ne era nata una forte discussione, nel corso della quale la donna era stata minacciata di morte.
Alla vista della pattuglia della Polizia, l’uomo ha iniziato a inveire in modo violento, come si apprende da una nota della Questura, anche nei confronti degli agenti.
Vista la pericolosità del soggetto, del comportamento attuato durante l’intervento e del perdurare delle condotte aggressive nei confronti della compagna, l’uomo è stato tratto in arresto e, al termine delle formalità di rito, condotto presso la casa circondariale di Vasto a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

x