« Torna indietro

Precipita nel fiume per un malore; 64enne salvato dai carabinieri a Sant’Elia Fiumerapido

Una tragedia sfiorata. Un angelo, travestito da passante (citando il grande Modugno), che risolve la situazione.

E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri in località Olivella di Sant’Elia Fiumerapido. Un uomo di 64 anni, del posto, passeggiava lungo la riva del fiume Rio Secco assieme al nipotino di 5 anni. All’improvviso un malore. Il nonno aveva la prontezza di spirito di mollare il piccolo, prima di cadere nel fiume. 

Alle richieste d’aiuto del bambino accorreva dall’altra sponda un passante, appunto, 71enne e anch’esso del luogo, il quale resosi conto di quanto stava accadendo provvedeva a chiamare i soccorsi.

La risposta della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Cassino era immediata. Sul posto arrivava una pattuglia che stazionava già in zona. I militari, senza esitazione, si calavano nelle acque alte del fiume, coadiuvati dal primo soccorritore, riuscendo a trarre in salvo il malcapitato al quale venivano praticate le prime manovre salvavita, in attesa del personale del 118 sopraggiunto poco dopo. 

L’uomo veniva trasportato al Pronto soccorso dell’Ospedale di Cassino. Soccorso il nonno, i militari provvedevano a tranquillizzare il piccolo, in attesa dell’arrivo dei familiari.

Per i soccorritori, i carabinieri ed il 71enne, solo tanta apprensione ma nessuna conseguenza di tipo fisico.

Edizioni

x