« Torna indietro

Torna il cinema sotto le stelle al Castello dell’imperatore

Da venerdì 26 giugno torna il cinema all’aperto, in una delle arene più belle d’Italia. Il programma, 75 serate fino al 10 settembre, è stato illustrato stamani dall’assessore alla Cultura Simone Mangani e dagli organizzatori: Luigi Rivieri e Paola Donatucci della Casa del Cinema e Filippo Bardazzi e Luca Barni del Mabuse Cineclub.

L’arena cinematografica è stata infatti riallestita secondo le linee guida anti-Covid, nel rispetto dei distanziamenti e di tutte le normative vigenti per la prevenzione del contagio. I posti a sedere saranno distanziati e numerati, ma sarà possibile sedere vicini per conviventi e persone non soggette agli obblighi del distanziamento. Sarà attivato un servizio di prenotazioni e biglietteria online, fortemente consigliato per evitare assembramenti all’ingresso e per assicurarsi il posto, visto che la capienza dell’arena sarà leggermente ridotta (da 244 a 196 posti), ma sarà aperta anche la normale biglietteria per chi non avrà la possibilità di acquistare il biglietto online.

Il programma, disponibile per ora fino al 31 luglio, ripropone come ogni anno i migliori titoli della stagione passata, da rivedere o da vedere per chi se li è persi, alcuni film usciti nei mesi scorsi su piattaforma, la rassegna “Film in Fest”, il mercoledì, con i film più premiati dell’anno proposti in lingua originale con sottotitoli in italiano. Tornano anche i lunedì a cura del Mabuse Cineclub, che in questa prima parte dell’estate riproporrà la rassegna dedicata a Werner Herzog, che doveva tenersi nei mesi scorsi al Cinema Terminale ed è stata annullata a causa della chiusura.

Si comincia con “ Favolacce ”, dei fratelli D’Innocenzo, premiato per la miglior sceneggiatura al Festival di Berlino, e si prosegue con i successi degli ultimi mesi come “ C’era una volta a Hollywood ”, di Quentin Tarantino (anche in lingua originale sottotitolato); “ Parasite ”, vincitore di 6 Oscar; “ Tolo Tolo ” di Checco Zalone; ”Pinocchio ” di Matteo Garrone; “ La Dea Fortuna ” di Ferzan Ozpetek, che è valso a Jasmine Trinca il David di Donatello come miglior attrice; il travolgente “ JoJo Rabbit ” di Taika Waititi, Oscar come miglior sceneggiatura non originale; “ Joker ”, Leone d’Oro a Venezia 2019.

Martedì 30 giugno, il primo degli appuntamenti con i “ Talenti toscani” vedrà protagonista Gabriele Cecconi con il suo “ L’anarchico venuto dall’America ”, storia del pratese Gaetano Bresci che nel 1900 uccise il re d’Italia per vendicare i morti del maggio 1898 a Milano. Il regista pratese sarà al Castello per presentare il film, intervistato dal giornalista Federico Berti.

Per “ I lunedì del Mabuse”, il cineclub riproporrà in questa prima parte della stagione la rassegna “ La realtà in trance. Il cinema di Werner Herzog ”, prevista al Terminale e annullata per Covid, con 5 titoli tra cui “ Fitzcarraldo ”, “ Nosferatu. Il Principe della notte ”, “ Aguirre. Furore di Dio ”.

Il programma di agosto e settembre sarà pronto intorno alla metà di luglio, ma sono attese per la seconda parte dell’estate nuove uscite e anteprime, a conferma della vitalità del cinema che nelle ultime settimane ha riacceso i motori, Intanto è già confermata, dal 4 all’8 agosto, l’edizione 2020 del Prato Film Festival, a cura di Events Production, con la direzione artistica di Romeo Conte.  

Il biglietto d’ingresso al Castello sarà anche quest’anno di 6 € (ridotto 5 €) e anche quest’anno, grazie alla rinnovata collaborazione con Unicoop Firenze, i soci Coop avranno diritto alla riduzione dal martedì al venerdì.

Le proiezioni, per i mesi di giugno e luglio, avranno inizio come sempre alle ore 21.45, dal 1° agosto alle 21.30. Per il programma dettagliato e per l’acquisto dei biglietti online: www.terminalecinema.com.

Edizioni

x