« Torna indietro

mondragone de luca

Mondragone, De Luca chiede aiuto al Ministro e Lamorgese invia l’esercito

Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, interviene sulla questione “Mondragone”. In arrivo l’esercito nella zona rossa.

“Questa mattina ho avuto un colloquio con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione alla zona rossa istituita negli ex palazzi Cirio di Mondragone. Ho chiesto l’invio urgente di un centinaio di uomini delle forze dell’ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. Il Ministro ha annunciato l’arrivo di un contingente dell’Esercito” è quanto dichiarato dal presidente della regione Campania sul focolaio di Covid nella città di Mondragone.

De Luca ha annunciato “controlli a tappeto sugli stagionali che vanno a lavorare nelle campagne soprattutto nei mesi di luglio e agosto”.

“Stiamo facendo un lavoro rigoroso e impegnativo per isolare i contagi che sono arrivati dalla Bulgaria o da altre parti del mondo – ha confermato il governatore – ma come sempre siamo impegnati a garantire la serenità delle nostre famiglie”.

Tensioni a Mondragone

Un gruppo di bulgari residenti ai palazzi Ex Cirio di Mondragone ha protestato uscendo fuori dalla zona rossa istituita nell’area per la presenza di quasi 50 casi di positività al Covid. Ci sono stati momenti di tensione, ma le forze dell’ordine che presidiano i varchi sono riuscite a riportare dentro gli stranieri. Un sintomo della tensione che si vive in questi giorni nella cittadina casertana a causa del focolaio di coronavirus, Sono arrivati a quota 49 i casi di positività al Covid nel focolaio emerso nel complesso residenziale noto come Palazzi ex Cirio, a Mondragone, comune del litorale casertano.

Si tratta in massima parte di cittadini bulgari residenti in quattro dei cinque palazzoni divenuti off limits da lunedì 22 giugno, dopo l’entrata in vigore l’ordinanza della Regione. 

Edizioni