« Torna indietro

Premio Cozzi per saggi di storia del gioco, aperto bando

La Fondazione Benetton Studi Ricerche bandisce anche quest’anno due premi di 3.000 euro ciascuno, destinati a giovani studiosi di qualsiasi nazionalità, nati nell’anno 1985 o seguenti, per nuovi studi, in forma di saggi inediti e originali di storia del gioco, del tempo libero, della festa, dello sport e, in generale, della ludicità.

La Fondazione Benetton Studi Ricerche bandisce anche quest’anno due premi di 3.000 euro ciascuno, destinati a giovani studiosi di qualsiasi nazionalità, nati nell’anno 1985 o seguenti, per nuovi studi, in forma di saggi inediti e originali di storia del gioco, del tempo libero, della festa, dello sport e, in generale, della ludicità.L’ambito cronologico preso in considerazione va dal mondo antico fino alla seconda guerra mondiale.

Gli elaborati dovranno pervenire in formato elettronico (word e pdf), e secondo i termini indicati nel bando, all’indirizzo ludica@fbsr.it, entro e non oltre il 15 marzo 2021. Sono ammessi lavori scritti in francese, inglese, italiano, spagnolo o tedesco.

E proprio in questi giorni la Commissione giudicatrice – presieduta dallo storico Gherardo Ortalli e formata dai componenti del Comitato scientifico della rivista della Fondazione «Ludica. Annali di storia e civiltà del gioco» – ha completato la valutazione dei saggi che hanno concorso per il Premio Gaetano Cozzi 2020, designando come vincitori dei due premi i seguenti giovani studiosi: lo spagnolo Francisco Javier Bran García, con il saggio El espacio de lo lúdico en la primera enciclopedia: manifestaciones del juego en la Historia Natural, e l’italiano Mattia Corso con I motivi dello scandalo; mentre una menzione speciale è conferita a Marco Felicioni per il suo lavoro Architectura ludens. Una breve fenomenologia del gioco in architettura e dell’architettura del gioco. I tre saggi saranno pubblicati nel ventiseiesimo volume della rivista «Ludica», in corso di preparazione. L’incontro pubblico dedicato all’edizione 2020 del Premio si svolgerà a Treviso nel corso del prossimo autunno.

L’iniziativa del Premio Gaetano Cozzi si colloca a pieno titolo nell’ambito delle attività di ricerca, documentazione ed edizione dedicate dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche da oltre trent’anni alla storia della ludicità nelle sue diverse manifestazioni. Il Premio è dedicato alla memoria del professore Gaetano Cozzi (1922-2001), che fin dalla nascita della Fondazione ha promosso uno speciale interesse per la ricerca da parte di giovani studiosi nei campi di studio sopra indicati. Dal 2001 al 2015 erano state a lui intitolate le “Borse di studio Gaetano Cozzi per tesi di laurea sulla storia del gioco”, precedentemente dedicate, dal 1988 al 2000, alla memoria di Stefano Benetton (1967-1985).

La Commissione giudicatrice valuterà a proprio giudizio insindacabile gli elaborati pervenuti e ne darà comunicazione non oltre il 15 giugno 2021. La Commissione si riserva anche di segnalare altri saggi particolarmente meritevoli. I lavori premiati saranno pubblicati nella lingua originale nella rivista «Ludica» (coedita dalla Fondazione con l’editore Viella); potranno eventualmente trovare spazio nella stessa rivista anche altri testi giudicati specialmente meritevoli, che non abbiano ricevuto il Premio in denaro.

Edizioni