« Torna indietro

Progetto riqualificazione ex Cierrebi in relazione a quello del Dall’Ara

Progetto riqualificazione ex Cierrebi in relazione a quello del Dall’Ara. La domanda d’attualità posta in seduta di Question Time alla vicesindaca Oriali.

Progetto riqualificazione ex Cierrebi in relazione a quello del Dall’Ara.

La vicesindaca Valentina Orioli ha risposto alla domanda d’attualità della consigliera Paola Francesca Scarano (Lega nord) sul progetto di riqualificazione dell’ex Cierrebi in relazione al quello dello stadio.

Domanda d’attualità della consigliera Scarano

“La scelta di ristrutturare il Dall’Ara, uno dei più bei monumenti sportivi italiani, costituisce il perno di un più ampio intervento di riqualificazione urbanistica al servizio di tutta la città. Sono a chiedere al Signor Sindaco ed alla Giunta di esprimere un parere politico amministrativo in senso generale e più in particolare vorrei conoscere se il progetto di restyling dello Stadio prevede anche la riqualificazione dell’ex Cierrebi con la realizzazione anche di un supermercato”.

Risposta della vicesindaca Orioli

“In effetti la sua domanda è stata un po’ bruciata dall’uscita della notizia. Parliamo del Cierrebi: l’orientamento dell’Amministrazione comunale mi sembra molto chiaro, poiché le amministrazioni parlano attraverso i loro atti e per tre volte questa Amministrazione ha espresso parere preventivo contrario ai progetti che la proprietà dell’ex Cierrebi ci ha proposto.

Siamo in un contesto di intervento diretto, ci sono diritti e vincoli ben precisi quindi, seppure con tutte le limitazioni del caso, come sempre il nostro punto di vista, anche in occasione di questa proposta di nuovo rigettata, è stato orientato alla massima attenzione alla sostenibilità e alla qualità delle trasformazioni.

Stiamo chiedendo qualità e siamo anche attenti a quello che chiedono i cittadini che si sono mobilitati attorno al Cierrebi. Quello che noi auspichiamo ora, è che sia molto chiara la nostra posizione e di poter effettivamente lavorare allo sviluppo futuro di un progetto che vada in questa direzione: in una direzione, appunto, di qualità e di integrazione con l’intorno. Naturalmente, quando si parla di integrazione con l’intorno, non si può non considerare anche il progetto dello stadio che sta iniziando ad avere una propria definizione anche rispetto all’iter e al percorso”.

Edizioni