« Torna indietro

VIABILITÀ E SICUREZZA STRADALE: REGIONE INVESTE 15 MILIONI DI EURO

Ammonta a 15 milioni di euro il programma di investimenti per la mobilità, la sicurezza stradale e l’adeguamento della rete viaria del 2020, approvato oggi dalla Giunta regionale del Veneto su proposta dell’assessore ai lavori pubblici e infrastrutture Elisa De Berti, al fine di dare avvio delle procedure di “affidamento”.

Ammonta a 15 milioni di euro il programma di investimenti per la mobilità, la sicurezza stradale e l’adeguamento della rete viaria del 2020, approvato oggi dalla Giunta regionale del Veneto su proposta dell’assessore ai lavori pubblici e infrastrutture Elisa De Berti, al fine di dare avvio delle procedure di “affidamento”.

Le tre principali linee d’azione riguardano il miglioramento delle condizioni di sicurezza stradale, per 8 milioni di euro; la prosecuzione della “Treviso-Ostiglia”, considerata opera strategica di viabilità ciclabile, per circa 1,7 milioni di euro; una serie di interventi infrastrutturali e di manutenzione straordinaria della rete viaria gestita dalla Società Veneto Strade, per oltre 5,3 milioni di euro.

“La sicurezza stradale – sottolinea l’assessore De Berti – è una delle priorità della Regione anche in questa fase problematica determinata dalla pandemia, i cui devastanti effetti stanno inevitabilmente determinando una concentrazione di risorse pubbliche a sostegno di imprese e famiglie e per il rilancio dell’economia. Il potenziamento delle rete infrastrutturale, infatti, oltre al beneficio immediato sul piano del lavoro per le aziende e occupazionale derivante dall’apertura di nuovi cantieri, rappresenta un prezioso investimento per una migliore viabilità da cui potrà trarre vantaggio in futuro il sistema produttivo”.

Gli 8 milioni di euro della sicurezza stradale saranno assegnati in base alla graduatoria che si sta predisponendo a seguito del bando per l’assegnazione di contributi, il cui termine di presentazione delle domande, a seguito dell’emergenza Covid-19, è stato prorogato allo scorso 25 maggio.

Gli interventi sulla rete gestita da Veneto Strade sul territorio della Città Metropolitana di Venezia riguardano:

  • messa in sicurezza della SR89 “Treviso Mare” mediante la realizzazione di un percorso ciclopedonale tra Via Castelletto Sud e Via Monastier in Comune di Meolo: adeguamento dell’importo di progetto a seguito delle prescrizione emerse in conferenza dei servizi (110 mila euro);
  • incrocio lungo la SR53 “Postumia” mediante la realizzazione di una rotatoria in località Pradipozzo nel Comune di Portogruaro: l’opera ha lo scopo di mettere in sicurezza un incrocio a doppia T in semicurva sul quale si verificano numerosi incidenti, anche mortali (500 mila euro);
  • messa in sicurezza mediante la sostituzione degli appoggi e la manutenzione della carpenteria metallica del viadotto canale Lugugnana lungo la SR74 “San Michele al Tagliamento-Bibione”: obbiettivo primario degli interventi è quello di realizzare una sistemazione definitiva degli appoggi andando a eliminare gli spessoramenti temporanei posizionati nel 2019 con degli appoggi certificati e adatti alla struttura del ponte, provvedendo poi un potenziamento dell’impalcato per renderlo resistente a eventi sismici; previsti inoltre interventi di rifacimento dei giunti di dilatazione, di impermeabilizzazione dell’impalcato, di pavimentazione stradale, di risanamento della struttura in acciaio del ponte con rimozione dell’ossidazione presente e successiva protezione con nuova verniciatura (600 mila euro).

Edizioni