« Torna indietro

Coronavirus situazione che preoccupa. Nel mondo oltre 10 milioni di casi. Pechino “richiude”

Coronavirus, la situazione è tutt’altro che sotto controllo. Forse il contrario. C’è chi dice che l’Italia è il paese che meglio se l’è cavata per contenimento casi.

In effetti gli italiani, e su questo lode alla loro tenacia, sono stati “grandi” nel rispettare lockdown e distanziamento come si deve.

Coronavirus, la situazione nel mondo

Il mondo si ritrova ancora e tutt’oggi, ora che siamo in estate, a combattere contro la pandemia. Secondo dati della Johns Hopkins University ci sono ancora 9.985.425 ammalati accertati e 498. 895 i morti. Situazione preoccupate anche e soprattutto negli States dove si sono registrati circa 43mila nuovi casi e altri 500 deceduti. In Cina nella giornata di ieri solo 17 nuovi casi. Catastrofici i numeri in India dove in un solo giorno si sono registrati 19.906 nuovi casi. E’ il numero più alto dall’inizio della pandemia. In un giorno sono decedute oltre 400 persone.

In Colombia il quadro preoccupa. In un giorno i casi sono saliti a 4.149, nuovo record negativo, con un numero di morti dall’inizio della diffusione del virus pari a 2.939.

I casi si raccolgono soprattutto in America latina anche se nelle ultime ore ci sarebbe un lieve calo.

Coronavirus, la situazione a Pechino

Quasi al limite del collasso la situazione a Pechino. Circa mezzo milione di persone sono in lockdown in un’area non lontana dalla capitale.

Ad Anxin, a 60 chilometri a sud di Pechino, secondo le nuove misure restrittive, potrà uscire per fare la spesa solo una persona per nucleo familiare. E solo una volta al giorno.

A Pechino sono state chiuse le scuole e confinati interi nuclei familiari nelle zone più a rischio. Partita inoltre, una vasta campagna di screening.

Edizioni