« Torna indietro

Caos trasporti in Liguria ed incrementi nei week end, la Spezia come altre città di crocevia hanno paura

La ministra Paola De Micheli durante la videoconferenza con i sindacati liguri comunica che per il 10 luglio è prevista la conclusione delle ispezioni attese con il ripristino della circolazione su 2 corsie, da parte del concessionario, una per ogni senso di marcia, su tutta la rete autostradale, salvo eventuali esigenze che dovessero emergere durante lo svolgimento dei controlli, volti a garantire la sicurezza della circolazione. Facendo un quadro sulla situazione della viabilità e dei disagi cagionati dalle verifiche in corso nelle gallerie, Paola De Micheli delinea in breve, i contenuti del ‘Piano integrato Mit-Fs-Anas-Autostrade per l’Italia’ atto ad ottimizzazione i collegamenti liguri e che si presume entrerà in funzione nelle prossime 24 ore. Centrale è la questione di Trenitalia, la quale  proporrà un progetto di potenziamento dell’offerta ferroviaria con 52 treni in più dalla Lombardia e dal Piemonte con ulteriore incremento nel fine settimana, senza tralasciare quella di Anas, che aggancerà i cantieri di intralcio a quelli autostradali, liberando così la viabilità alternativa. In questa prospettiva sarà presa in considerazione l’estensione degli sconti accanto a quella dei pedaggi autostradali in caso di nuove interruzioni, chiedendo la collaborazione delle istituzioni e dei soggetti coinvolti nel fornire un’informazione puntuale sui collegamenti disponibili, anche alternativi all’auto. Una panoramica questa che desta attenzione e preoccupazione in molte città di affluenza ferroviaria nonché di alto transito autostradale della Liguria, in particolar modo per il bacino spezzino nel mirino di congestione su rotaia e su gomma nei prossimi week end. La ministra in proposito rassicura: – “la Liguria è sicura e ancora più bella. E’ raggiungibile monitorando le informazioni sulla viabilità e scegliendo gli orari più idonei per viaggiare in autostrada o su percorsi alternativi. Tutto il lavoro svolto sulle infrastrutture liguri ha sempre visto la compartecipazione degli amministratori locali e perseguito l’obiettivo comune della garanzia di sicurezza che i cittadini meritano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Edizioni