« Torna indietro

Nola

Gli “angeli” di Nola tornano a casa, restituite alle Diocesi 6 statue del XVIII secolo

Saranno restituiti alla Diocesi di Nola le statue raffiguranti angeli, capolavori dell’artista Domenico Antonio Vaccaro che sono stati trafugati nel corso degli anni.

Continua l’operazione di recupero dei carabinieri di opere ecclesiastiche campane di natura religiosa trafugate ed esposte in altre regioni d’Italia. Dopo la restituzione dei 50 quadri ex voto alle Diocesi della Campania e della Basilicata, un altro ritrovamento importante: 6 sculture in marmo raffiguranti angeli realizzate dall’artista Domenico Antonio Vaccaro nel XVIII secolo.

L’8 luglio 2020 alle ore 11:00, presso la diocesi di Nola, il maggiore Michelangelo Lobuono restituirà le 6 sculture asportate fra il 1970 ed il 1999 dalla Chiesa di Santa Maria del Plesco a Casamarciano. Alla cerimonia parteciperà anche il monsignor Francesco Mario, vescovo di Nola.

L’indagine fu avviata il 13 settembre 2019 ed era finalizzata a contrastare la commercializzazione di beni culturali sottratti illecitamente e ritrovati presso un esercizio commerciale di Roma. Le statue esposte furono confrontate con le immagini contenute nella Banca dei dati culturali di beni sottratti illecitamente, così è stato possibile individuare le sculture rubate.

Le successive indagini hanno consentito di riconoscere e recuperare altre 2 statue in un negozio di antiquariato di Palermo ed una terza stata acquistata da un privato di Cremona.

Le sculture saranno esposte in modo permanente presso il Salone dei Medaglioni del Museo Diocesano, dove attualmente è esposta la tela di San Luca insieme alla pala d’altare raffigurante l’Annunciazione.

Edizioni

x