« Torna indietro

Prima sessione di laurea in presenza a Messina

Prima sessione di laurea in presenza all’Università di Messina. Si è svolta, nella mattina del 7 luglio, in Aula Magna, la prima sessione di laurea in presenza, dopo l’emergenza a causa del Covid. La cerimonia è stata aperta dai saluti del Rettore Salvatore Cuzzocrea e del professore Sebastiano Campagna , direttore del Dipartimento Chibiofaram, che hanno voluto porgere gli auguri ai 16 neolaureati in Farmacia e Chimica e Tecnologie Farmaceutiche.

Una laurea in presenza e l’emozione dei laureati

Per il rettore dell’Università di Messina, si tratta di un primo passo verso la normalità, “seppure a ranghi ridotti con soltanto cinque parenti per ogni candidato, ma abbiamo finalmente questa possibilità che dovrebbe portarci a settembre tutti in aula, così come indicato dal ministro, Gaetano Manfredi”, ha dichiarato Cuzzocrea. “Sono molto contento ma anche emozionato di essere qui oggi così come lo sono stato a marzo per le prime lauree on line. Stiamo cercando di trovare una soluzione, per consentire, a coloro che si sono laureati durante l’emergenza Covid e sono più di 1000, di avere un momento, probabilmente a settembre per festeggiare insieme il traguardo raggiunto”, ha aggiunto Cuzzocrea.

Subito dopo il professore Campagna ha ringraziato il rettore e grande emozione è stata espressa da Anna Cacciola, la prima dei 16 neolaureati, studentessa di Chimica e Tecnologie farmaceutiche: “Sicuramente una laurea diversa da come l’ho sempre immaginata. Si tratta di una situazione particolare ma io e i miei colleghi stiamo vivendo anche qualcosa in più: un momento indescrivibile”.

Senato e CdA, approvati i Corsi di Alta Formazione 2020/2021 e l’avvio delle procedure di iscrizione al V ciclo dei percorsi di formazione per le attività di sostegno ai disabili

Sono tornati a riunirsi in presenza, per la prima volta dopo l’emergenza Covid-19, Senato accademico e CdA, Consiglio d’Amministrazione. Nel corso dell’ultima seduta gli organi collegiali dell’Ateneo hanno approvato l’attivazione di 5 nuovi Corsi di Alta Formazione per l’anno accademico 2020/2021, che vanno ad aggiungersi alla rosa di quelli già rinnovati.

Il Senato Accademico e il CdA hanno deliberato anche l’avvio delle procedure di iscrizione al V ciclo dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, riservate agli idonei nei cicli precedenti. A partire da settembre avranno inizio le attività didattiche in modalità DaD, didattica a distanza per gli insegnamenti.

All’ordine del giorno anche l’accettazione della donazione all’Ateneo, da parte della professoressa Teresa Pugliatti, della propria biblioteca contenente circa 25mila volumi, album fotografici e scritti autografi personali, nonché una ricca corrispondenza privata con storici dell’arte e personalità italiane e straniere. Quanto donato, nelle previsioni dell’Università peloritana, sarà fruibile alla cittadinanza presso il Centro museale che sarà realizzato nei locali dell’ex Banca d’Italia.

Infine, gli organi collegiali hanno deliberato l’intitolazione della struttura nota come “Ex Incubatore d’imprese” al professore Andrea Donato.

Edizioni

x