« Torna indietro

Scende dall’aereo, ma è positivo al Coronavirus. E’ il secondo caso in poche ore

Coronavirus, ancora focolai che spaventano. Stavolta a preoccupare è un cittadino di origini albanesi che è atterrato in Toscana assieme a moglie e figlio. Poche pre prima aveva viaggiato su un altro volo diretto a Firenze.

L’uomo, residente a Prato, si è subito isolato. Le sue condizioni però si sono aggravate, tanto da costringerlo al ricovero presso l’ospedale Santo Stefano di Prato.

Focolaio da Coronavirus. Non è un caso isolato

Solo poche ore prima, un’allerta di questo tipo era scattata in Campania. Un cittadino è risultato positivo al Coronavirus dopo che era rientrato da New York a Roma. Fatto “sconvolgente” è che la positività dell’uomo è stata scoperta solo dopo il suo arrivo nel nostro paese. Potenzialmente, potrebbe aver contagiato tutti coloro che erano con lui sul velivolo. Intanto in Italia i controlli si fanno sempre più rigidi soprattutto per chi arriva da zone a rischio o ad alto rischio. Test sierologici e molecolari sono previsti per chi atterra da Dacca a Roma.

Coronavirus, “dobbiamo convivere con i focolai”

Eppure, come affermato a “Il Messaggero” dal direttore del Laboratorio di virologia e microbiologia dell’Università di Padova Andrea Crisanti, c’era sicuramente da aspettarsi altri focolai del virus “in giro” per il Mondo.

Gli stessi, potrebbero diventare anche “più importanti” tra ottobre e novembre. Naturalmente vanno scoperti tempestivamente e isolati per evitare ulteriori pandemie.

Edizioni

x