« Torna indietro

Avezzano, Annamaria Taccone e Forza Italia: le ragioni di una candidatura a sorpresa (intervista)

Avezzano, Annamaria Taccone e Forza Italia: le ragioni di una candidatura a sorpresa (intervista)

Elezioni a settembre per eleggere il nuovo sindaco di Avezzano: ieri è stata ufficializzata per Forza Italia la candidatura di Annamaria Taccone. Le ragioni di questa scelta sono manifeste: la politica ha bisogno di novità. Quando poi l’individuo che costituisce una novità è professore universitario, titolare di uno studio di consulenza tributaria e fiscale, nonché presidente Aciam; quando porta un’impronta al femminile a una città che ne avrebbe bisogno, il quadro si fa più chiaro. “Fino a oggi, non mi sono occupata di militanza attiva. Con gli iscritti a Forza Italia, il rapporto è da costruire. Fino ad ora ho dialogato con rappresentanti di questa realtà: con Aureliano Giffi, cordinatore cittadino, con il coordinatore provinciale e sindaco uscente Gabriele De Angelis, con il coordinatore regionale e senatore della Repubblica Nazario Pagano. La candidatura è un riconoscimento al mio percorso professionale“. E’ una donna: l’unica sfumatura di rosa tra i candidati avezzanesi. Come commenta? “Bisogna provare a risvegliare le energie migliori del territorio: fare da tramite, ascoltando e interessando donne in gamba ed esponenti della società civile. Spero che il dialogo con le donne e per le donne porti a toni più pacati. Auspico, inoltre che ci si confronti più sui temi, meno sulle fazioni”.

Annamaria Taccone, il primo passo: reagire alla pandemia

Parliamo di programmi. “Stiamo formulando il programma, mattone su mattone. Siamo in una fase di ascolto, di attenzione rivolta alla squadra, come al territorio. E’ inutile girarci intorno: la prima cosa da fare sarà occuparsi da vicino dell’emergenza pandemia. In questo e in altri ambiti, è necessario uno sforzo comune: un invito ai più preparati, a coloro che sono in grado, davvero, di fare le cose, perché scendano in campo e diano un contributo. E’ utile il dialogo con le figure imprenditoriali”.

Annamaria taccone: prospettiva eco-sostenibile

Parliamo di economia. Da che cosa bisogna partire? “E’ utile ad Avezzano il lavoro sulla green economy: bisogna agire in ambito economico in modo lungimirante, nel rispetto dell’ambiente. E’ utile il concetto di economia circolare: il sistema economico può essere pensato rigenerare se stesso, in maniera eco-sostenibile. Bisogna muoversi in una direzione eco-compatibile: è questo il faro da seguire e si può partire dalle piccole cose. A livello europeo, si può ragionare in merito alla next generation: captare sussidi, agevolazioni finanziarie, proposti dall’Europa, utilizzandoli e mettendoli a frutto“.

Giovani: “le loro competenze tecnologiche costituiscono un investimento”

Parliamo di giovani. “L’innovazione coinvolge i giovani prima di tutto. Le loro competenze tecnologiche sono utili, costituiscono un investimento: devono essere messe in campo in modo da essere supportate, valorizzate”.

Annamaria Taccone: “che le donne non mi lascino da sola”

E’ ora che le donne votino per una donna. Ha un appello da fare? “Mi auguro che le donne non vogliano lasciarmi da sola in questa impresa. Considero vitale la loro cooperazione attiva, per il lieto fine di questa avventura”.

Edizioni