« Torna indietro

PIEMONTE - GRINZANE CAVOUR - IL CASTELLO ENOTECA REGIONALE E VIGNETI VISTI DA DIANO D'ALBA FOTO DI © ROBERTO SACCO/SINTESI

Partono le iniziative per riportare il turismo in Piemonte

Al via una campagna di comunicazione per riportare il turismo in Piemonte

È partita la nuova campagna di comunicazione della Regione per riportare il turismo in Piemonte. “Bellezza singolare”, “Gusto singolare”, “Libertà singolare”, e “Spirito singolare”: sono questi i claim che accompagneranno, nei prossimi 6 mesi, la nuova campagna di comunicazione della Regione Piemonte in Italia e nei Paesi dell’area Schengen. Ma non solo: unica iniziativa nel suo genere in Italia, da oggi 7 luglio parte anche la vendita dei voucher vacanza che permettono ai visitatori di trascorrere tre notti in strutture ricettive (hotel, B&B, campeggio, alloggio, agriturismo) pagandone solamente una. Il tavolo di coordinamento regionale ha lavorato tra aprile e giugno per preparare la fase di rilancio del comparto turistico piemontese che consta di oltre 46mila imprese, in prevalenza piccole e medie, e 153 mila addetti. Un settore che fino a tre mesi fa era in costante crescita e rappresentava un valore di indotto di 7,5 miliardi di euro, pari al 7,4% del PIL regionale. Focus tematici della campagna saranno il turismo attivo (rinforzato anche dal lancio della nuova piattaforma piemontescape.com), gli itinerari storico-artistici, i percorsi enogastronomici, cammini e spiritualità. E i contenuti punteranno sui panorami unici del Piemonte, su una fruizione in sicurezza e sui punti di forza del territorio: dai 34 Comuni Bandiera Arancione ai 20.000 km di percorsi escursionistici e ciclo-escursionistici, fino alle 94 aree naturali protette e a tutte le opportunità di attività outdoor. Verranno evidenziati i siti piemontesi della World Heritage List, i nostri 14 “Borghi più belli d’Italia”, i percorsi che toccano ricetti e cattedrali, abbazie e fortezze. Altro punto di forza della campagna di comunicazione sarà inoltre quello sulla cucina e i prodotti della regione, dal Tartufo Bianco d’Alba alle 17 DOCG e 42 DOC dei vini, fino ai 46 chef stellati Michelin.

http://www.visitpiemonte.com/

Edizioni