« Torna indietro

Bangladesh

Raggi preoccupata per i contagiati del Bangladesh (e i loro negozi), in 120 rimpatriati a Fiumicino

Mentre un aereo della Quatar Airways proveniente da Decca con 120 del Bangladesh è stato bloccato a Fiumicino, la paura per la diffusione della pandemia tra la comunità Bengalese della capitale, una delle più numerose che gestisce i famosi negoziati di quartiere, dilaga a Roma. Una paura dovuta ai frequenti contatti dei cittadini romani con i negozi sempre aperti in cui trovano di tutto sotto casa che si teme possano diventare nuovi focolai diffusi dal centro alle periferie, tanto da coinvolgere anche la sindaca. passeggeri “Sono preoccupata per l’alto numero di persone arrivate a Roma dal Bangladesh risultate positive al coronavirus. È fondamentale mantenere alta l’attenzione e potenziare i controlli su coloro che provengono da Paesi dove la curva di contagio è ancora alta. Non possiamo in alcun modo permettere di vanificare gli sforzi che i romani hanno compiuto finora” ha detto la raggi . 

Intanto a Fiumicino non verranno fatti sbarcare e rimarranno quindi a bordo i 125 passeggeri bengalesi giunti all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea da Doha in Qatar. Ripartiranno per Doha con lo stesso aereo previsto in partenza alle 16.20. Lo si apprende in ambito aeroportuale.

I restanti passeggeri, di altre nazionalità – si apprende ancora – saranno sottoposti ai tamponi presso il Terminal 5, lontano dagli altri terminal. I passeggeri saranno quindi poi sottoposti a quarantena. 

Edizioni