« Torna indietro

Nuovi concorsi per altre 191 nuove assunzioni

La Giunta comunale di Venezia, riunita in web conference, ha approvato il via a nuovi concorsi per 191 nuove assunzioni.

La Giunta comunale di Venezia, riunita in web conference, ha approvato il via a nuovi concorsi per 191 nuove assunzioni. In totale saranno oltre 250 i giovani che entro fine anno entreranno in Comune.

“Non è una promessa, ma una cosa fatta e concreta – commenta il sindaco Luigi Brugnaro – Investiamo sui giovani e siamo in grado di continuare a farlo perché in questi anni abbiamo efficientato la macchina amministrativa. Risorse fondamentali, risorse del Comune che ora diventano preziose permettendoci di dare valore e spazio a ragazzi e ragazze che potranno trovare, così, un posto di lavoro. Restituiamo i soldi ai cittadini con fatti concreti”.

“Una iniezione di fiducia per il futuro – aggiunge Paolo Romor, assessore alle Risorse umane – Terminato il blocco dei concorsi stabilito dai vari DPCM che si sono susseguiti in questo periodo emergenziale per il Coronavirus, era necessario lanciare un segnale di ripartenza alla Città e ai tanti nostri giovani in cerca di lavoro. Grazie all’efficientamento operato sulla macchina comunale dalla Giunta Brugnaro, e dopo aver sistemato il bilancio con una gestione da buon padre di famiglia, è ora possibile aprire nuovi bandi che usciranno già da fine luglio, per dare risposte concrete alla nostra città. Con questo piano delle assunzioni rafforzeremo la sicurezza assumendo 100 nuovi vigili (85 giovani agenti, il cui bando uscirà già a fine luglio e 15 ispettori di vigilanza). Anche i servizi sociali verranno potenziati con il bando, tanto che si procederà, già a fine luglio, con la ricerca di 8 giovani assistenti sociali. Nel corso dell’estate usciranno anche i bandi per 29 tecnici (geometri, architetti, ingegneri), 50 amministrativi (diplomati e laureati) e 4 operai. Queste 191 nuove assunzioni si aggiungono alle oltre 60 (tra cui educatrici, giovani avvocati, vigili) che si concluderanno entro l’autunno relative ai concorsi già avviati e, purtroppo, sospesi, a causa del Covid-19. Anche questo vuole essere un segnale concreto di ripartenza, di fiducia con cui mostriamo a tutti che Venezia è una città non solo resiliente ma, soprattutto, viva”.

x