« Torna indietro

SAN DONA’, NUOVI LAVORI PER LA SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE CICLISTICA

Dalla data odierna e fino a completamento lavori, nel tratto di via Roma tra le vie Milano e Firenze e nel tratto di via Perugia antistante l’Istituto Alberti San Donà di Piave sarà vietata la circolazione veicolare.

Dalla data odierna e fino a completamento lavori, nel tratto di via Roma tra le vie Milano e Firenze e nel tratto di via Perugia antistante l’Istituto Alberti San Donà di Piave sarà vietata la circolazione veicolare.

L’intervento previsto, necessario per la sicurezza della circolazione ciclistica in una zona frequentata da tantissimi studenti, prevede l’abbattimento dei pini lungo via Roma e poi davanti l’istituto Alberti per poter proseguire con il cantiere già avviato con le demolizioni. Per tutti gli abbattimenti è stata chiesta ed ottenuta l’autorizzazione della Soprintendenza dei beni ambientali, ed è inoltre stata verificata su tutti gli alberi l’assenza di nidi (è stato rilevato 1 solo nido vuoto).

Gli alberi verranno sostituiti con frassini, e l’obiettivo finale sarà quindi quello di continuare a prevedere l’alberata stradale ma con specie che non danneggieranno il manto stradale.

“Un intervento necessario, svolto solo dopo avere effettuato tutte le verifiche del caso e avere ottenuto le relative autorizzazioni – spiega Lorena Marin, assessore ai Lavori Pubblici – a nessuno piace abbattere alberature, ma la loro permanenza oltre a non consentire l’uso in sicurezza della strada ne precludeva l’utilizzo alle persone con ridotta mobilità e non avrebbe consentito quella riqualificazione che oltre che necessaria pare anche molto apprezzata sulla parte di via Roma dove siamo già intervenuti e che ricordo essere importante asse di collegamento con la cittadella scolastica e sportiva.

Un intervento pensato per non rinunciare a nulla ma anzi per aggiungere possibilità in un’ ottica anche di maggior sostenibilità e armonia. Ecco allora che un’area diventa bella, attrattiva, sicura, perché il verde è presente, l’illuminazione è riqualificata, le strade sono sicure e accessibili per tutti, gli spazi meno rumorosi se si sceglierà di spostarsi con modalità alternative all’auto dal momento che ci saranno tutte le condizioni per farlo”.

Edizioni