« Torna indietro

Aperture serali nei Parchi della Val di Cornia: sabato visita della Necropoli di San Cerbone in compagnia di due donne dell’antica Populonia

Prosegue il tutto esaurito alle serate con visite teatralizzate proposte il sabato al Parco archeologico di Baratti e Populonia.

Molto apprezzate anche affiancate le visite tematiche del venerdì sera al Museo archeologico di Piombino.

Le aperture serali proseguiranno per tutta l’estate, arricchite, già dalla prossima settimana, dalle “Serate di archeologia” con conferenze al Museo archeologico.

Venerdì 17 luglio alle 21.00 (con un secondo tour alle 22.00) è previsto l’ultimo appuntamento di luglio al Museo archeologico di Piombino con la visita guidata tematica “Il naufragio di un mondo: l’anfora argentea di Baratti”.

 Una vicenda veramente affascinante quella dell’Anfora di Baratti, pezzo in argento unico al mondo e reperto simbolo del Museo, a partire dal suo fortuitorecupero in fondo al mare. Venerdì sera la guida accompagnerà i visitatori alla scoperta di un affascinante racconto per immagini che ci parla dei più emozionanti miti dell’antichità, il tutto accompagnato dai suoni del mondo antico provenienti dalla postazione musicale realizzata nella sala dell’Anfora.

Sabato 18 luglio l’appuntamento in calendario è previsto al Parco archeologico di Baratti e Populonia con la “Notte etrusca”, visita teatralizzata in compagnia di due donne dell’antica Populonia che racconteranno la loro vita nel mondo etrusco e romano. L’apertura della biglietteria è alle 21.00 con inizio dellevisite alle 21.15 e alle 22.30. 

Le “Serate di archeologia” – Populonia, Volterra e Vetulonia: città etrusche tra memoria, identità e nuove ricerche

Da venerdì 24 luglio le visite tematiche al Museo archeologico di Piombino lasceranno il posto alle “Serate di archeologia”. Primo ospite in calendario Elisabetta Giorgi che, dal 2003, condivide con il prof. Enrico Zanini la direzione scientifica del progetto archeologico sul sito di Vignale il cui straordinario pavimento figurato sarà al centro della conferenza “Scoperto, dimenticato e infine ritrovato: l’incredibile storia del mosaico di Vignale”. 

È con grande piacere e sincera gratitudine nei confronti dei relatori che interverranno, che presento l’edizione 2020 delle Serate di archeologia al Museo archeologico di Piombino”, dice Marta Coccoluto, responsabile quest’anno del Museo archeologico del Territorio di Populonia, “Una iniziativa che unisce Populonia, Volterra e Vetulonia, tre grandi città etrusche dal famoso passato e da un presente altrettanto importante, sotto il segno della storia, dell’identità e delle nuove ricerche archeologiche e d’archivio. Le conferenze sono un appuntamento che da sempre caratterizza l’offerta culturale del Museo, rappresentando un momento di incontro importante e irrinunciabile tra la ricerca e il pubblico. In questo anno così incerto per i musei di tutta Italia, è grazie alla fiducia dei vertici della Società e allo straordinario entusiasmo con cui i relatori hanno accolto l’invito di Parchi val di Cornia, che sono riuscita in brevissimo tempo a offrire al pubblico un calendario di conferenze di alto profilo. Tale è la disponibilità, che quest’anno abbiamo aggiunto una data, gli appuntamenti si protrarranno fino alla prima settimana di settembre, anticipando di pochi giorni la ripresa delle ricerche sull’acropoli da parte della Soprintendenza e dell’Università di Siena”.

Dopo l’appuntamento del 24 luglio il ciclo di conferenze proseguirà fino al 4 settembre con i seguenti titoli e relatori:

Venerdì 31 luglio “Trasformazioni di un paesaggio: Populonia dall’epoca etrusca al primo imperatore”, con Flavio Bacci, archeologo.

Venerdì 7 agosto “Isidoro Falchi nella Maremma degli Etruschi,con Simona Rafanelli, direttrice del Museo Civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia, e Francesca Paris, archeologa del Museo. 
Venerdì 21 agosto “Volterra, dalla città etrusca a quella medievale. Come cambia e si stratifica l’urbanistica di una città nel corso dei secoli”,  con Alessandro Furiesi, direttore della Pinacoteca di Volterra.
Venerdì 28 agosto “Il Novecento a Baratti, tra miniere di scorie, paesaggio agrario e turismo balneare”, conferenza a cura di BACO Baratti – Archivio Vittorio Giorgini  e del Comitato Cultura e Territorio da Baratti al Cornia

Venerdì 4 settembre, “Le terme svelate: novità dall’acropoli di Populonia”, con Andrea Camilli, SABAP Pisa e Livorno
Cynthia Mascione, Università di Siena e Stefano Camporeale, Università di Siena

———–

Info e prenotazioni:

Le visite al Museo e al Parco sono contingentate (per “La notte etrusca” max 30 persone a visita, per le visite tematiche al museo max 25, per le conferenze max 30); è consigliata la prenotazione entro le 16.30 del giorno stesso al tel. 0565226445.

Edizioni