« Torna indietro

Sufien Saghir dalla sua pagina Facebook.

Palermo, due vite salvate dal giovane Saghir

Due vite salvate dal giovane Saghir. Sufien Saghir ha 22 anni, vive a Palermo e le sue origini marocchine lo inseriscono, nell’Italia del 2020, come migrante, quando non lo si preferisce definire extracomunitario. Nella Palermo colpita dal nubifragio, Sufien Saghir, però, è il giovane uomo che ha salvato, nel sottopasso della circonvallazione, un bambino e la madre. Sufien è ora al centro di una cosiddetta narrazione che stravolge quella imposta dal leader della Lega Salvini, che nelle ore del nubifragio ha accusato Orlando di occuparsi dei migranti e non dei palermitani.

Ecco, Sufien Saghir è un migrante e un palermitano d’adozione che ha salvato due persone e così, nell’Italia che non ha ancora approvato nemmeno lo Ius soli, può essere accettato più facilmente dall’opinione pubblica. Sembra quasi che il migrante debba necessariamente fare qualcosa fuori dall’ordinario per essere accettato.

“Sei stato tu a darmi la forza, piccolo. Grazie a tutti per i tanti messaggi. Dobbiamo aiutarci tra noi, visto che chi dovrebbe farlo non ne è capace”, scrive su Facebook Sufien Saghir (nella foto in evidenza tratta dalla sua pagina Fb), commentando l’immagine del figlio, suo figlio, in braccio alla madre. “Grazie! Grazie davvero. Hai salvato delle vite e hai risposto con l’amore all’odio razziale!”, gli scrive una persona da Milano.

Sufien ha lanciato una tavola di legno alla donna che stava affogando e ha messo in salvo il bimbo. Ora si augura di costruirsi un futuro. Un futuro per sé e la sua famiglia. Non si sente un eroe ma una persona che ha fatto la cosa giusta.

Edizioni