« Torna indietro

Scuola e Covid: il Comune di Piombino è pronto per la riapertura di settembre

Oltre 600mila euro per l’adeguamento degli spazi scolastici per garantire la sicurezza 

Il Comune di Piombino, con una variazione di bilancio d’urgenza, ha stanziato 600mila euro di risorse proprie per adeguare le scuole alla normativa Covid.


Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per allestire nuovi spazi in uso alle scuole materne, elementari e medie di pertinenza del Comune così da garantire ai bambini e alle famiglie tutti i servizi nonostante l’emergenza sanitaria.


Circa 600mila euro di cui 200mila euro serviranno per la manutenzione ordinaria, 50mila per la manutenzione straordinaria mentre 216mila euro saranno impiegati per il rifacimento del tetto della scuola media di via Togliatti permettendo così di ripristinare l’utilizzo di alcune aule. Le ulteriori risorse saranno impiegate per l’acquisto di materiale e per il servizio di trasloco e facchinaggio. 

“Appena il Governo ha chiarito quali fossero gli adempimenti necessari alla ripartenza della scuola – spiega Simona Cresci, assessore all’Istruzione – mi sono attivata, insieme agli uffici del Comune e ai dirigenti scolastici, per trovare gli spazi necessari al mantenimento del distanziamento sociale e attivare tutti i protocolli necessari a garantire la sicurezza dei bambini, dei docenti e degli operatori scolastici di tutte le scuole di pertinenza del Comune.

La priorità era individuare i necessari spazi: siamo riusciti, anche attraverso interventi di manutenzione straordinaria, a ricollocare tutti gli alunni per garantire alle famiglie tutti i servizi previsti prima dell’emergenza sanitaria.

Inoltre, c’è un dialogo aperto con l’Ufficio scolastico provinciale per quanto riguarda le scuole superiori, di diretta competenza della Provincia, e per la dotazione di personale Ata in più per gestire le nuove esigenze di tutti i plessi.

Finora, il mondo della scuola è stato uno dei settori più trascurati in questo periodo di emergenza: per questo è ancora più importante predisporre tutto affinché si possa finalmente restituire ai bambini e alle famiglie la normalità e il servizio essenziale che la scuola svolge per la formazione dei più piccoli”. 

Anche per quanto riguarda gli i servizi educativi, in mancanza di indicazioni specifiche del Governo in ordine alla riapertura a settembre, il Comune si è attivato, in linea con le indicazioni pervenute dalla Regione Toscana, per mettere in atto tutti gli interventi necessari al fine di garantire la riapertura a settembre di tutti i servizi che operano nel nostro territorio, sia per le strutture pubbliche che per i privati accreditati. 

Il Comune, inoltre, ha partecipato al bando del Miur per l’assegnazione di 110mila euro da utilizzare per l’adeguamento Covid che, in caso di assegnazione, serviranno per reintegrare parzialmente le risorse già spese dal Comune.

Edizioni