« Torna indietro

Università di Verona

Università di Verona: 12 mln di euro e Pc a sostegno degli studenti in difficoltà

L’ateneo di Verona, per assicurare un concreto sostegno alle studentesse, agli studenti e alle loro famiglie, in un momento così difficile per tutto il Paese, ha previsto nel bilancio previsionale del 2020 un incremento delle voci di spesa dedicate al diritto allo studio, portandole ad un totale di 12.626.804 euro.

È previsto, inoltre, l’esonero delle tasse universitarie per chi ha un Isee inferiore ai 22 mila euro, scelta che amplia la platea dei beneficiari rispetto all’applicazione dell’Isee di 20 mila euro indicata dal Ministero. Per gli studenti meritevoli, con Isee compreso tra 22 mila e 30 mila euro, si prevede una ulteriore contribuzione calmierata.

Nonostante le difficoltà economiche, non sono stati operati tagli al numero delle borse di studio, ai fondi per la mobilità internazionale né alle attività di orientamento.

Si è previsto, inoltre, di fornire a coloro che ne avranno necessità computer Macbook Air e modem per potere usufruire delle attività didattiche erogate a distanza.

L’ateneo di Verona, fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19, si è attività con una raccolta fondi per l’acquisto di attrezzature e presidi per gli ospedali veronesi, ai quali sono stati girati i primi 240 mila euro. Oggi il reperimento dei fondi è orientato al diritto al diritto allo studio, per guardare al futuro e per preparare la ripartenza, tutti i fondi raccolti saranno destinati a favore di studentesse e studenti.

Sempre al diritto allo studio verrà dedicata anche la campagna 5 per mille di quest’anno.

Edizioni