« Torna indietro

Avellino – Rifiuti, IrpiniAmbiente valuta contromisure contro i comuni morosi

Avelllino – La società IrpiniAmbiente e le organizzazioni sindacali dichiarano “guerra” ai comuni morosi: previsti la riduzione dei servizi di raccolta dei rifiuti urbani, la richiesta di nomina del commissario ad acta per obbligare gli enti locali a versare le quote alla società e la denuncia alla Procura generale della Corte dei conti per danno erariale. Gli elementi sono emersi al termine della conferenza stampa che il sindacato ha indetto ad Avellino per stigmatizzare l’atteggiamento irresponsabile da parte di numerosi comuni irpini e per difendere la società pubblica, che garantisce, tra dipendenti diretti e indotto, circa 1.200 posti di lavoro.

La questione è nota: IrpiniAmbiente gestisce il ciclo dei rifiuti in provincia di Avellino, ma avanza un credito di 46 milioni di euro da parte di decine di comuni che non versano le quote da tanti anni, alcuni arrivano addirittura a dieci anni di morosità. La circostanza sta creando problemi di liquidità alla società, che non riesce più a pagare regolarmente gli stipendi ai lavoratori. Lunedì scorso il servizio di raccolta dei rifiuti è stato sospeso a causa dello sciopero, ma nessun segnale è giunto dagli enti locali e dalla politica in generale. Di qui la decisione di penalizzare i Comuni morosi con tutte le conseguenze procedurali. Al tavolo erano presenti Michele Caso per la Uil trasporti, Francesco Codella per la Cisl trasporti, Nunzio Marotta per Ugl trasporti e Vincenzo Mango per Fiadei.

Edizioni

x