« Torna indietro

Trattamento speciale per la Ferragni, polemica sulla visita notturna agli Uffizi

Trattamento speciale per la Ferragni, polemica sulla visita notturna agli Uffizi

Trattamento speciale per Chiara Ferragni, polemica sulla visita notturna agli Uffizi. La celebre imprenditrice digitale, era nella Galleria per un photoshoot notturno per la rivista Vogue, e ha voluto concedersi un tour del museo, alla scoperta dei suoi tesori d’arte. Accompagnata dal direttore Eike Schmidt, ha molto apprezzato i dipinti di Botticelli: non solo le superstar Venere e Primavera, ma, soprattutto, Le storie di Giuditta, e L’adorazione dei Magi con autoritratto dell’artista. Ferragni è poi rimasta incantata ad ammirare le migliaia di conchiglie di madreperla che adornano il soffitto del cuore più antico degli Uffizi, la Tribuna del Buontalenti; ed anche la statuaria ha molto colpito la sua attenzione, in particolar modo la scultura del Laocoonte realizzata da Baccio Bandinelli e l’antico marmo romano del Doriphoros di Policleto.

La notizia della visita in notturna ha scatenato non poche polemiche. In particolare c’è chi si è detto contrariato per il trattamento ricevuto dall’influencer. «Perché tanto priviliegio? I fiorentini fanno la fila e pagano il biglietto». E come questo non «sia il modo di risolvere i problemi di Firenze».

Sul caso ha scritto un tweet anche il sindaco Dario Nardella. «C’è gente che riesce a criticare @ChiaraFerragni anche se visita un museo. Ma stiamo scherzando? Per noi sarà sempre benvenuta. E anzi, in un momento così difficile, ben venga chiunque voglia supportare la nostra cultura e condividere con il resto del mondo i tesori di Firenze!»

Tutto era nato da un post su Instagram della Galleria degli Uffizi: «I canoni estetici cambiano nel corso dei secoli.
L’ideale femminile della donna con i capelli biondi e la pelle diafana è un tipico ideale in voga nel Rinascimento. Magistralmente espresso alla fine del ‘400 da #SandroBotticelli nella Nascita di #Venere attraverso il volto probabilmente identificato con quello della bellissima Simonetta Vespucci, sua contemporanea.
Una nobildonna di origine genovese, amata da Giuliano de’Medici, fratello minore di Lorenzo il Magnifico e idolatrata da Sandro Botticelli, tanto da diventarne sua Musa ispiratrice. Ai giorni nostri l’italiana Chiara Ferragni, nata a Cremona, incarna un mito per milioni di followers -una sorta di divinità contemporanea nell’era dei social –
Il mito di Chiara Ferragni, diviso fra feroci detrattori e impavidi sostenitori, è un fenomeno sociologico che raccoglie milioni di seguaci in tutto il mondo, fotografando un’istantanea del nostro tempo.

»

x