« Torna indietro

David Moss in azione

7Days EuroCup: ecco il girone della Germani Brescia

Inizierà martedì 29 settembre il cammino della Germani Brescia nell’edizione 2020-2021 della 7DAYS EuroCup. Una trasferta sulla carta impegnativa a Podgorica, in Montenegro, contro il Košarkaški Klub Budućnost, vincitore nel 2018 della Liga Adriatica…

Inizierà martedì 29 settembre il cammino della Germani Brescia nell’edizione 2020-2021 della 7DAYS EuroCup. Una trasferta sulla carta impegnativa a Podgorica, in Montenegro, contro il Košarkaški Klub Budućnost,  vincitore nel 2018 della Liga Adriatica, ma che la rinnovata Brescia affronterà con la faccia tosta e la grinta che coach Esposito esige dalle sue squadre.

Il girone

Il girone europeo della Germani Brescia è assai intrigante e sulla carta risulta molto equilibrato: nel Gruppo B, infatti, oltre a Brescia, ci sono KK Budućnost Podgorica, Unicaja Malaga, Maccabi Rishion LeZion, ratiopharm Ulm e Boulogne Metropolitans 92. Squadre ostiche, con l’Unicaja Malaga favorita del girone visto che negli ultimi anni è stata una delle squadre più competitive dell’Eurolega. La squadra spagnola è stata allenata dal 2003 al 2008 dal coach bresciano Sergio Scariolo, uno dei più vincenti coach italiani in attività. Nelle prime cinque gare, quelle che compongono il girone d’andata, la Germani Brescia giocherà tre volte in trasferta: il 30 settembre in Montenegro contro il Buducnost, il 14 ottobre in Israele contro il Maccabi Rishon LeZion e il 21 ottobre in Spagna proprio contro l’Unicaja Malaga. Sempre in trasferta la Germani terminerà il suo girone, a Parigi sul campo del Boulogne Metropolitans 92. Brescia giocherà le proprie gare di mercoledì, anche se non mancheranno le eccezioni, come è avvenuto nelle ultime due edizioni, quelle a cui ha partecipato il quintetto biancoblù.

I fattori chiave

Brescia si presenta ai nastri di partenza della competizione europea con tutte le carte in regola per fare bene. Guardando al roster attuale, il nucleo centrale della squadra è stato conservato ed è quello che sulla carta dovrebbe fornire a coach Esposito le maggiori certezze a livello internazionale. Le prese di Chery, Burns e Crawford aggiungono talento ed esperienza alla rosa, mentre  Kalinoski, Bortolani e Parrillo sono più che scommesse. Tutto dipenderà dai tempi di amalgama del gruppo, dal raggiungimento di quell’alchimia di squadra che potrebbe fare della squadra bresciana una seria candidata a proseguire il cammino in Eurocup. Le tre trasferte del girone d’andata, sulla carta le più ostiche, daranno immediatamente la cifra delle possibilità del gruppo. Certamente molto dipenderà da chi arriverà sotto canestro a completare il gruppo. L’ideale per Brescia sarebbe un centro dinamico e capace di giocare sui due lati del campo, per consentire la creazione di spazi offensivi e il presidio dei tabelloni.

x