« Torna indietro

Arrestato 60enne invaghito della badante dei genitori, arrestato per atti persecutori

Lui 60 anni, lei 31, lei badante dei suoi genitori. Una frequentazione c’era stata ma si era interrotta quando la donna aveva detto basta. L’uomo però non ha mai accettato la fine del rapporto e ha iniziato a inviarle messaggi per dirle che l’amava e che voleva incontrarla, fino a diventare sempre più insistente e negativo. Dalle dichiarazioni d’amore è passato alle offese e alle minacce, agli appostamenti sotto casa della donna e nei luoghi che questa frequentava. Tanto che quest’ultima ha iniziato a preoccupartsi per la sua incolumità e per quella della figlia ancora minorenne.

Nell’ultimo mese la trentunenne si è rivolta alla polizia, tre volte fin quando il 13 luglio una volante è intervenuta in via del Palco dopo la chiamata della vitttima e coglieva il molestatore in flagranza di reato.
Il sessantenne è stato trasferito in questura  e il magistrato di turno ha disposto il suo accompagnamento nel carcere della Dogaia, in attesa della convalida dell’arresto che c’è stata giovedì 16, quando il giudice ha vietato all’uomo ogni avvicinamento di qualsiasi tipo alla donna e ha condannato l’uomo ai domiciliari nella casa dei genitori

x