« Torna indietro

Crisi Cittadella Calcio: sotto accusa l’attacco e la difesa

Dopo le quattro sconfitte consecutive del Cittadella (un record sotto la gestione Venturato) i granata hanno subito ben 11 reti, segnandone solo 3. Il bomber Diaw si è bloccato dopo la doppietta contro il Perugia dal 29 giugno, mentre Davide Adorni ha commesso una serie di errori sconcertanti in difesa, ma anche i big Iorio e Perticone hanno giocato sotto i loro standard. Poi l’ottimo rendimento in trasferta con 9 vittorie all’attivo si è invertito bruscamente con due sconfitte consecutive lontano dal Tombolato, che non succedeva da inizio campionato. Le tre vittorie di fila dalla ripresa della stagione, dopo lo stop per il coronavirus, aveva fatto ben sperare con il secondo posto conquistato insieme al Crotone, che poi è passato al Tombolato per 3 a 1, vincendo la gara come autentico spareggio per la promozione diretta in A. Poi la situazione è precipitata con il crollo a Salerno (4-1) e lo stop interno contro l’Ascoli (1-2). Le avvisaglie di una potenziale crisi si erano già viste a Pisa (2-0) prima del Crotone. Adesso i playoff sono seriamente a rischio, pur avendo 4 punti di vantaggio ancora sull’Empoli al nono posto. Il sesto posto, utile per la griglia play-off, non è al sicuro, perché passerà dai due derby: al Bentegodi contro il Chievo e al Tombolato contro il Venezia pericolante prima di chiudere la stagione regolare Chiavari contro l’Entella. La squadra granata ha avuto un’involuzione di gioco improvvisa, ma Venturato sta già correndo ai ripari per giocarsi la serie A attraverso i playoff per il quarto anno di fila. Adesso bisognera’ riprendere a giocare con pazienza senza vittimismo inutili, per fare risultato e raggiungere l’obiettivo.

x