« Torna indietro

Avellino – La vertenza CMS di Morra de Sanctis sbarca in prefettura, a rischio il futuro dei lavoratori

Avellino – La vertenza della CMS di Morra de Sanctis sbarca in prefettura. Questa mattina (21 luglio 2020) alcuni lavoratori, accompagnati dalle organizzazioni sindacali di categoria, hanno manifestato davanti alla prefettura di Avellino per sensibilizzare le istituzioni nei confronti del loro problema: gli stipendi vengono pagati a rate e in ritardo e non gli è stato ancora corrisposto il premio di produzione relativo al 2019. I segretari provinciali Irpinia-Sannio della Fiom, Giuseppe Morsa, della Uilm, Gaetano Altieri e dell’Uglm, Ettore Iacovacci sono stati ricevuti dal prefetto che ha avviato la mediazione con i vertici aziendali al fine di pervenire ad un accordo. Era presente anche il delegato del Comune di Morra de Sanctis, il consigliere Giuseppe Covino, che da giorni è al fianco dei lavoratori. Prima della manifestazione di oggi, i dipendenti della CMS hanno allestito il presidio davanti ai cancelli dello stabilimento e Covino è stato tra i primi ad aver manifestato loro la piena solidarietà da parte dell’amministrazione comunale. L’azienda tiene assunte 150 unità.

“La vertenza CMS ci preoccupa moltissimo – ha affermato Covino – non solo per i disagi economici che stanno affrontando, ma per il futuro dello stabilimento. Tra la CMS e la EMA abbiamo centinaia di contratti di lavoro a rischio e sarebbe una tragedia se in futuro i nostri lavoratori fossero costretti a restare a casa. Da parte nostra faremo tutto il possibile per dare una mano alle istituzioni a risolvere questo problema”.

L’azienda sembra essere andata in crisi di liquidità a causa del lockdown, ma alla base della difficoltà potrebbero esserci anche alcuni investimenti sbagliati e la modifica degli assetti societari.

x