« Torna indietro

In foto: Roberto Marcato, assessore allo sviluppo economico ed energia della Regione del Veneto

Regione Veneto finanzia nuovi progetti di innovazione aziendale

La giunta regionale del Veneto ha approvato le delibere che formalizzano quattro nuovi accordi di programma con aziende venete per il finanziamento agevolato di rilevanti progetti di innovazione aziendale.

La giunta regionale del Veneto ha approvato le delibere che formalizzano quattro nuovi accordi di programma con aziende venete per il finanziamento agevolato di rilevanti progetti di innovazione aziendale.

“Anche oggi abbiamo dato il via libera a iniziative di innovazione aziendale che valgono oltre 40 milioni di euro – sottolinea l’assessore regionale allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato – sono progetti molto importanti. Le aziende potranno accedere ai finanziamenti previsti dal Fondo Crescita Sostenibile, che prevede un contributo da parte del MISE e un finanziamento agevolato da parte della Regione che farà leva su Veneto Sviluppo”.

Tra i progetti, uno riguarda il sostegno del progetto denominato “Dispositivo Medico di Stimolazione Biofisica per la Rigenerazione della Cartilagine Articolare” attuato da una partnership composta da IGEA S.p.A. (capofila) e i partner Sinesy S.r.l. (con sede a Oderzo in provincia di Treviso), Università degli Studi di Ferrara, Istituto Ortopedico Galeazzi S.p.A., Istituto Ortopedico Rizzoli IRCCS.

La società Sinesy S.r.l. è una tech company specializzata in soluzioni di digitalizzazione dei sistemi informativi aziendali negli ambiti del retail, del manufacturing, della sanità e della finanza. Nel caso specifico, apporterà il proprio know-how al progetto occupandosi dello studio e definizione per l’ottimizzazione del protocollo di comunicazione tra le applicazioni e sviluppando la progettazione e realizzazione del software mobile, delle comunicazioni con gli altri device, del software centrale per la gestione dei dati e del sistema di vendita digitale.

Il piano finanziario riferito all’intero progetto prevede un costo complessivo di euro 6.857.847,03 e un ammontare totale di agevolazioni pari a euro 2.383.702. Per quanto riguarda la parte di Sinesy il progetto vale 1.733.976 euro, dei quali 489.440 euro di contributo MISE e 86.698 euro quale quota di competenza della Regione del Veneto limitatamente alle attività svolte in Veneto dall’impresa stessa.

Un altro progetto, denominato “Innovazione del processo produttivo del sito di Marghera di Fincantieri S.p.A.”, sarà realizzato nell’ unità produttiva della Fincantieri S.p.A. sita in Marghera (VE). La società intende procedere con una completa riprogettazione del processo produttivo delle navi da crociera attraverso la sperimentazione di tecnologie innovative per la lavorazione e l’assemblaggio di semilavorati in acciaio e la realizzazione di componenti modulari prefabbricati. L’iniziativa prevede inoltre di modificare processi e programmi di supply chain e una revisione delle infrastrutture telematiche e di interconnessione dei sistemi di cantieri Operatione Techology (OT), dei sistemi centrali di elaborazione dati e di sviluppo di impiantistica. La revisione dell’intero processo produttivo e l’introduzione di specifiche innovazioni oltre che mantenere la competitività a livello internazionale del sito di Marghera, darà la possibilità al proponente di rispondere alle attuali esigenze del mercato acquisendo e realizzando nuove commesse per navi di grandi dimensioni, di 140.000 tonnellate di stazza lorda.

Il progetto vale circa 27.931.063 euro dei quali 5.586.212 euro di contributo dal MISE e 1.396.553 euro di finanziamento agevolato tramite la Regione.

Edizioni

x