« Torna indietro

Università della Tuscia pronta per il nuovo anno accademico

A partire dal primo agosto sarà possibile iscriversi all’anno accademico 2020-2021 dell’Università degli Studi della Tuscia.

A partire dal primo agosto sarà possibile iscriversi all’anno accademico 2020-2021 dell’Università degli Studi della Tuscia.

Ampia e variegata l’offerta dei corsi di laurea (ben 39) che si tengono nel polo principale di Viterbo, in quello di Civitavecchia e a Rieti, oltre ad alcuni corsi di laurea interateneo che si tengono presso l’Università la Sapienza di Roma.

Le principali novità dell’offerta formativa 2020/2021 riguardano l’attivazione di un nuovo corso di laurea triennale ad orientamento professionale in “Produzione sementiera e vivaismo” (classe L-25), convenzionato con una serie di Industrie sementiere e Vivai su tutto il territorio nazionale in cui gli studenti potranno svolgere il tirocinio utile a favorirne un rapido inserimento nel mondo del lavoro, e del corso in “Scienze naturali e ambientali” (classe L-32), con i tre indirizzi, Evoluzione e conservazione della biodiversità, Analisi dei rischi ambientali e Didattica delle Scienze. “

L’iscrizione ai corsi potrà essere effettuata esclusivamente online sul nuovo sito dedicato all’orientamento (http://unitusorienta.unitus.it/) dove gli studenti hanno accesso alle informazioni essenziali relative all’Ateneo e ai suoi corsi di laurea, con contenuti video, guide dei dipartimenti, testimonianze degli ex alunni e contatti.

Accedendo al nuovo portale gli studenti possono prenotare un colloquio individuale di orientamento e iscriversi ai test d’ingresso, che quest’anno possono essere sostenuti a distanza (il prossimo test è previsto per il 4 agosto 2020).

L’Ateneo, pronto a riprendere regolarmente l’attività didattica in presenza già dal primo semestre del nuovo anno accademico, si è comunque dotato degli strumenti tecnologici necessari per raggiungere tutti gli studenti sia in presenza, con un’esperienza didattica ancora più coinvolgente per gli studenti, che a distanza, secondo quanto sarà disposto dal Ministero in conseguenza degli sviluppi legati all’emergenza COVID-19.

Edizioni

x