« Torna indietro

Brutto pareggio per i viola, contro l'Inter è solo 0 a 0

Brutto pareggio per i viola, contro l’Inter è solo 0 a 0

Pareggio deludente, e noioso, per zero a zero tra due formazioni che non hanno più nulla da dire al campionato: dal momento che l’Inter ha ottenuto la certezza di essere nella top four della classifica, mentre la Fiorentina aveva la salvezza matematica.

Brutto pareggio deludente, e noioso, per zero a zero tra due formazioni che non hanno più nulla da dire al campionato: dal momento che l’Inter ha ottenuto la certezza di essere nella top four della classifica, mentre la Fiorentina aveva la salvezza matematica nella gara contro il Torino. Nella formazione iniziale dei viola spicca l’assenza di Chiesa, al suo posto Venuti, mentre Cutrone è in campo dal primo minuto accanto a Ribery. Fin dal primo tempo una Fiorentina troppo bassa favorisce l’Inter, situazione che si acuisce nel secondo tempo con gigliati tutti dietro a tentare qualche ripartenza. Che potrebbe finalizzare e vincere al 92’. Tuttavia anche l’Inter non brilla ma vince ai punti per possesso di palla, 62% e 19 tiri contro gli 8 della Fiorentina dove a spiccare è Terracciano il migliore in campo ed è lui a salvare il risultato.

La gara. Si parte ed è subito Cutrone su tocco di Castrovilli, ma è fuori gioco. Risponde l’Inter, De Vrij per Candreva, fuorigioco. 4’ Tiro nello specchio di Young da fuori, niente di fatto, su respinta della difesa da calcio d’angolo. Al 5’ il primo intervento di Terracciano determinante in due occasioni, la prima su punizione Eriksen e sulla respinta su tiro ravvicinato da un metro di Lukaku. Al 9′ palla manovrata della Fiorentina, ma l’Inter chiude dopo aver rischiato sulla ripartenza di Ribery. Inter pericolosa all’11’ su tiro di Barella, Terracciano salva in angolo. Al 13’ va al tiro di Ribery, Handanovic para a terra. 18’ Brividi per la Fiorentina, Lukaku viene pescato in area da Eriksen, il belga appoggia di testa dal limite dell’area piccola, ma la palla si infrange sul palo. È il 20’ quando Terracciano anticipa Lukaku in angolo dopo una verticalizzazione.

L’Inter preme, i viola abbassano il baricentro e reggono grazie soprattutto al portiere. Al 23’ infortunio di De Vrij che riporta un trauma distorsivo al ginocchio. Manovra l’Inter, la Fiorentina troppo bassa contiene ma non propone. Al 27’ gioco fermo per uno scontro tra Young e Venuti. Dopo due minuti riparte la gara, ma il gioco langue. Al 34′ l’Inter si ripresenta in area, Lukaku è tutto solo davanti a porta, stoppa la palla e calcia: sulla traiettoria c’è Terracciano. Dal successivo corner, Ranocchia di testa manda fuori. Rispondono i viola al 37’, punizione di Ribery, Pezzella colpisce di testa ma non trova la porta da buona posizione. Il secondo tempo riparte con gli stessi 22 della prima parte della gara. Al 49’ Dalbert interviene su Barella in scivolata.

La Fiorentina sembra essere rimasta negli spogliatoi e subisce senza uscire dalla tre quarti. Al 52’ ancora un palo per l’Inter: Palla di Lukaku in profondità per Sanchez, Terracciano è bravo a deviare sul palo il tiro del cileno. Poi una punizione di Eriksen viene murata da Milenkovic. Una Fiorentina arroccata prova di rimessa come al 55’ con Ribery che serve Castrovilli il cui tiro, un rigore in movimento, viene parato da Handanovic. Ma sono azioni spot, a spingere è l’Inter.

Al 61’ il cross dalla destra di Candreva viene intercettato da Pezzella che anticipa Terracciano in angolo. Al 63’ la punizione dal vertice destro dell’area di Eriksen viene deviata fuori di un soffio da Gagliardini che tuttavia era in fuorigioco. Si rivedono in viola in area: si cross basso di Venuti, Kouame si inserisce sul primo palo e viene chiuso in angolo da Ranocchia. Ma la Fiorentina è sottotono.

All’80’ clamorosa occasione in contropiede: Handanovic salva su Lirola che aveva chiuso bene la discesa di Chiesa. L’ingresso in campo di Chiesa ha vivacizzato l’azione dei viola come all’85’ ma viene chiuso in angolo. All’87’ Terracciano su Barella e all’89’ l’estremo viola ribatte in angolo una punizione insidiosa di Eriksen. All’88’ la Fiorentina si mangia letteralmente una ripartenza: al 92’ contropiede di Kouame che serve Chiesa invece di tirare e la scelta grazia i nerazzurri che chiudono con Godin.

Formazioni

Inter (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio (70’ Bastoni), De Vrij (23’ Ranocchia), Godin; Candreva (70’ Moses), Gagliardini (76’ Brozovic), Barella, Young; Eriksen; Sanchez (70’ Lautaro), Lukaku all. Conte.

Fiorentina (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Castrovilli, Dalbert (51’ Lirola), Duncan (58’ Ghezzal), Badelj (74’ Pulgar), Cutrone (58’ Kouame), Ribery (74’ Chiesa). all Iachini.

Arbitro: Piero Giacomelli della sezione di Trieste, assistenti Fiorito e Villa. Il Quarto Uomo Doveri. Al VAR Banti e assistente VAR Schenone.

Note: pioggia a tratti, ammoniti Ribery, Castrovilli, Barella, Caceres recupero 2’ e 5’; angoli 11-2 (8-0)

Edizioni