« Torna indietro

Finalmente sbloccata la pista di Peretola

Finalmente sbloccata la pista di Peretola, soddisfazione per i tempi del progetto

Finalmente sbloccata la pista di Peretola. «Grande è la soddisfazione nel gruppo di W la nuova pista di Peretola per la semplificazione introdotta per accelerare i tempi di realizzazione di nuove infrastrutture aeroportuali»

Finalmente sbloccata la pista di Peretola. «Grande è la soddisfazione nel gruppo di W la nuova pista di Peretola per la semplificazione introdotta per accelerare i tempi di realizzazione di nuove infrastrutture aeroportuali». A dirlo è Paolo Gambaro dell’associazione che ha inviato al nostro giornale una riflessione.

«In questo modo – scrive Gambaro – si potrà velocemente ricominciare l’iter tecnico del progetto per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze dando via libera alla fase della redazione del decreto di compatibilità ambientale, a firma del Ministro dell’Ambiente di concerto con il Ministero dei Beni Culturali. La nuova Valutazione di Impatto Ambientale azzererà per la seconda volta i dubbi sui danni alla salute e all’ambiente circostante legati all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola e dimostrerà il miglioramento delle condizioni di vita di migliaia di persone che continuano ancora a vivere, per colpa di normative farraginose, incomprensibili, foriere di incertezza e ricorsi, sotto le rotte degli aerei.

Questa decisione con la quale viene sbloccata la pista di Peretola, finalmente una situazione paradossale e “W la nuova pista” forte di 3600 iscritti vuol far sentire con forza il proprio Sì al miglioramento dello scalo fiorentino contro i tanti No che soffocano il futuro nostro e dei nostri figli.

Sbloccata la pista di Peretola, «Ci auguriamo che la nostra città possa iniziare al più presto il percorso di adeguamento di questa infrastruttura, poiché per ogni città la dotazione di un aeroporto efficiente e la disponibilità di adeguati collegamenti aerei rappresenta un servizio pubblico indispensabile, precondizione per la competitività del territorio, la capacità attrattiva, lo sviluppo di grandi eventi e la creazione di nuova occupazione».

Edizioni

x