« Torna indietro

Più digitale che fisico, ma il Salone del gusto ci sarà anche nel 2020

Presentato il Salone del gusto 2020, molti appuntamenti diventano digital

Rivoluzionato, più digital che fisico, ma il Salone del gusto di Torino ci sarà anche quest’anno. La tredicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto comincia l’8 ottobre 2020 e per sei mesi propone un ricco palinsesto che tocca tutti i nodi della rete Slow Food in 160 Paesi del mondo, coinvolgendo il pubblico in eventi digitali, fisici e diffusi. Punto di riferimento principale dell’evento è la piattaforma web pensata per popolarsi settimana dopo settimana di tutti gli eventi digitali e degli appuntamenti fisici organizzati per animare Torino, il Piemonte, l’Italia e il resto del mondo. Tema dell’edizione 2020 di questa rivoluzionata edizione del Salone del gusto è Our Food, Our Planet, Our Future. Cibo, pianeta, futuro: una concatenazione di relazioni che ci raccontano di come, a seconda del modo in cui ci rapportiamo al nostro cibo – come lo produciamo, lo distribuiamo, lo scegliamo, lo consumiamo – questo avrà impatti significativamente diversi sul nostro pianeta. Una visione che non poteva essere più attuale, vista l’entità dell’emergenza, non solo sanitaria, ma anche ambientale, economica e sociale. Gli impatti di Covid-19 sull’offerta e sulla domanda di cibo influenzano i quattro pilastri della sicurezza alimentare: disponibilità, accesso, utilizzo e stabilità. La pandemia si è trasformata da crisi sanitaria in crisi alimentare. Secondo Slow Food l’unica strada percorribile è la biodiversità in tutte le sue accezioni: dal livello invisibile dei batteri a quello delle specie, dei saperi e delle culture. È l’unica via per nutrire il pianeta garantendo a tutti un cibo buono, pulito e giusto; per invertire un modello di sviluppo che genera disastri ambientali e sociali, erodendo il capitale naturale. Il Mercato dei produttori italiani e internazionali è sempre stato il cuore di Terra Madre Salone del Gusto, ma la pandemia ha annullato questa e altre occasioni di vendita diretta e visibilità per i piccoli produttori di cibo buono, pulito e giusto in tutto il mondo. A partire da settembre, il Mercato sarà ospitato sulla piattaforma con vere e proprie vetrine virtuali, ricche di contenuti testuali, video e fotografici, oltre ai contatti diretti degli espositori, e con un e-commerce, attivo dall’8 di ottobre e disponibile per tutti i sei mesi, grazie al quale i produttori possono commercializzare una selezione dei loro prodotti in Italia e all’estero.

Edizioni