« Torna indietro

Rifugio Pratorotondo

Coronavirus, il cluster di Savona si allarga: chiude un rifugio nel Beigua

Coronavirus, il cluster di Savona si allarga: chiude anche un rifugio

Coronavirus- Il cluster di Savona non si ferma e, dopo il ristorante Best Sushi, dopo il pub Fronte del Porto, ora il focolaio di coronavirus savonese impone la chiusura pure del rifugio Pratorotondo, nel parco naturale del Beigua. Anche la provincia di Genova, quindi, nella morsa con il cluster di Covid le cui conseguenze sono sempre più impattanti sul tessuto economico e sociale.

Cluster di Savona: i dati

Nessun ricoverato in terapia intensiva, nessuna polmonite interstiziale, chi finisce in ospedale (in cinque) lamenta soprattutto un fortissimo mal di gola con febbre molto alta. I numeri degli isolamenti, però, fanno impressione: a ieri erano 1650 le persone in quarantena, a fronte di 71 persone positive (5 in più rispetto a 24 ore prima) con 2040 tamponi effettuati di cui 1500 refertati.

Coronavirus: l’annuncio della chiusura dei gestori del rifugio Pratorotondo

I gestori del rifugio Pratorotondo, sulla loro pagina Facebook, hanno scritto come “purtroppo, di nostra iniziativa, con enorme sacrificio, dobbiamo preventivamente tenere chiuso per qualche giorno, perché ci ha appena telefonato una persona dicendoci di aver effettuato il tampone, risultando positivo, dopo aver mangiato al ristorante di Savona in cui è iniziato il focolaio, e nel frattempo è venuta a pranzo da noi. Vi rassicuriamo che non ha avuto contatti con altri clienti in quanto sono stati gli unici ad aver chiesto di pranzare nel locale interno, senza altre persone presenti. Ovviamente lo abbiamo comunicato subito all’Asl e faremo tutti gli accertamenti del caso per potervi riaccogliere presto con la stessa attenzione e sensibilità che abbiamo sempre avuto e che speriamo abbiate notato in questi mesi difficili per tutti”.

x