« Torna indietro

Protesta per lo scempio ambientale sulla statale 17

Riceviamo e pubblichiamo le parole di Lelio De Santis, Capogruppo Cambiate insieme- Idv al Consiglio comunale
dell’Aquila.

“Questa mattina ho partecipato ad una manifestazione popolare, promossa
da un Comitato spontaneo, per protestare contro il taglio di tutti gli
alberi
che da oltre 100 anni sono lungo la statale nei pressi di San
Gregorio. Da settimane sto denunciando a tutte le autorità competenti, a
cominciare dal Sindaco, l’abbattimento totale delle piante, nessuna di
esse ammalorata o pericolosa, ad opera dell’Anas, senza le prescritte
autorizzazioni comunali e regionali
. Oltre alle necessarie
autorizzazioni ambientali ed urbanistiche, andava acquisito il parere di
un esperto agronomo sulla condizione delle singole piante: nulla di
tutto questo e l’Anas le ha tagliate tutte senza alcuna giustificazione
e senza timore di essere chiamata a risponderne. Ancora più grave è il
silenzio della Giunta comunale e delle Autorità preposte al controllo.
Se gli alberi sono ritenuti pericolosi, basterebbe mettere dei guardrail
e dei dissuasori di velocità, ma evidentemente le motivazioni risiedono
altrove
. Questo scempio sta avvenendo sulla Statale 17 all’altezza di
San Gregorio, ma sta avvenendo anche in altre zone della città e dopo
che l’anno scorso aveva riguardato il tratto nei pressi di Sant’Elia,
nel silenzio generale. Percorrendo la statale da L’Aquila in direzione
Pescara, lì dove prima c’era un viale alberato rigoglioso lungo 5/6 Km,
ora c’è il deserto assolato e degradato. Il patrimonio naturalistico,
da sempre vera e vitale risorsa del nostro territorio, gli uomini che
governano gli Enti territoriali e le Aziende pubbliche lo stanno
distruggendo. È ora di dire basta e la protesta di oggi è un piccolo
segnale di consapevolezza, che fa ben sperare, al contrario del
disinteresse dell’attuale Giunta comunale, che preferisce litigare per
gli spazi di potere invece di occuparsi della qualità della vita dei
cittadini
“.

Edizioni

x