« Torna indietro

Un mare senza barriere

A Civitanova Marche una serie di misure che aiuteranno concretamente le persone disabile per un mare senza barriere

Una serie di misure che aiuteranno concretamente le persone disabili: ​3 sedie galleggianti​, ​​17 sedie a tre ruote da spiaggia di cui 10 già in uso e  4 deambulatori job da spiaggia.​

Ma ciò che incoraggia di più è che sono stati varati insieme da strutture private di Civitanova e pubbliche, l’assessorato al Welfare nello specifico, ​proprio per sottolineare l’attenzione vera ai problemi dei più deboli.​

L​’assessore Barbara Capponi​, i​l responsabile Servizi sociali Antonietta Castellucci, i referenti dell’Abat e Csla Mara Petrelli e Marco Scarpetta, insieme ai consiglieri comunali Laura Marinelli e Mirella Franco​, hanno voluto proseguire, tutti insieme, il progetto che avviò sei anni fa ​il sindaco Corvatta: il progetto di accessibilità in spiaggia permise l’acquisto di undici sedie “Job”, di cui dieci concesse in uso all’Abat  ed una all’asp “Paolo Ricci”.

“Fu un progetto pilota che determinò il varo di una legge in Regione​ – ​spiega la Franco​ – Un vanto per il Comune di Civitanova che ha potuto mettere le sedie a disposizione gratuita dei disabili frequentanti le spiagge grazie alla gestione dei balneari che le hanno smistate da uno stabilimento all’altro ed anche in alcune spiagge libere in relazione alle necessità, su prenotazione dell’utenza”.

“​L’Abat​ – ha detto l’assessore Capponi – ci consente un’ulteriore agevolazione da questa estate perché ridurrà le tariffe del 10 per cento alle persone con disabilità e dal prossimo anno anche sulle tariffe stagionali dimostrando un’attenzione concreta sia per la cittadinanza che per chi vuole trascorrere le vacanze in città​”. L’Abat si occuperà anche della pulizia delle passerelle di accesso collocate dal Comune nei due tratti di spiaggia libera del lungomare sud e nord.

L’acquisto ​previsto d​i ulteriori ausili ha un costo di circa 17 mila euro, ed è co-finanziato dal Comune, Regione (8 mila euro) e Abat (3500 euro).​ Questo l’elenco degli stabilimenti che hanno aderito: Arturo, Attilio, Batik, Caracoles, Contessa, Federico, Figaro, Filippo, G7, Galileo, Galliano, Gianfr​a​nco, Giovanni e Anna, Hosvi, Ippocampo, La Croce del Sud, Lampara, Lido cristallo, Raphael Beach, Re Sole, Rolando, Veneziano. 

x