« Torna indietro

de donno vittoria pamela incinta covid

De Donno: “Benvenuta Vittoria”. La mamma aveva sconfitto il Covid con il plasma

La piccola si chiama Vittoria, perché già prima di nascere aveva vinto una grande battaglia. Sua madre Pamela è finita infatti in ospedale, con diagnosi di malattia da Covid, il 9 aprile, in piena pandemia. Oggi la fotografia della piccola Beatrice Vittoria in braccio a Pamela è dunque un segno di speranza per tutti.

Una tutina speciale

Sulla tutina rosa della neonata campeggia una scritta: “Grazie Doc”. Siamo sulla pagina Facebook di Giuseppe De Donno, colui che Pamela definisce il suo angelo custode, colui che l’ha accolta nel reparto di Pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova il 10 aprile e che l’ha accompagnata all’uscita 11 giorni dopo, perfettamente guarita.

Un parto naturale

Beatrice Vittoria è nata ieri notte con parto naturale, seguita dal dottor Gianpaolo Grisolia, responsabile dell’attività di Patologia Prenatale e della Gravidanza del Poma. Tutto è andato bene.  E il primo pensiero è stato per De Donno e la sua équipe, che di mamma Pamela avevano fatto il primo caso al mondo di donna incinta curata e guarita con la tecnica del plasma iperimmune.

Il ricordo di quei giorni

“Lui è quel dottore che nel momento di sconforto entra nella tua stanza e ti fa capire che non sei sola, è quel dottore che si emoziona a vedere la grande guerriera che c’è nel mio pancione, è quel dottore che si siede sul tuo letto per consolarti, non è un dottore…. è un angelo speciale”, scriveva Pamela dopo le dimissioni.

Le parole del dottor De Donno

E adesso che la sua bambina è venuta al mondo senza problemi, la gratitudine diviene ancora più grande. Indossa la sua tutina rosa dedicata al dottore che ha favorito la soluzione positiva della vicenda. “Oramai sembra lontanissima quella giornata infernale. Tu, io, il Dottor Grisolia”, scrive De Donno su Facebook. “Ora è tempo di festeggiare. Benvenuta tesoro mio. Benvenuta Beatrice VITTORIA! Una vittoria per tutti. Ti abbraccio forte Pamela. Mia guerriera. Abbraccio forte Antonio e Aurora.
Siete una delle immense gioie di questa terribile esperienza”, aggiunge. Ringraziando infine per quella “scritta sulla tutina”

Edizioni

x