« Torna indietro

due

Due rigori, uno dubbio, e la Roma piega un’ottima Fiorentina: finisce 2-1

Due rigori, uno dubbio. Peccato. Vince la Roma per 2 a 1, ma ha bisogno di due rigori uno dei quali discutibile, per piegare la Fiorentina.

Due rigori, uno dubbio. Peccato. Vince la Roma per 2 a 1, ma ha bisogno di due rigori uno dei quali discutibile, per piegare la Fiorentina. La squadra viola ha mostrato in grande cuore ma ha avuto anche una grande sofferenza. Vero è che le ultime due gare hanno visto contro Inter e Roma ma i viola potevano e dovevano fare di più in campo dove ha subito troppo. In particolare nel primo tempo quando l’11 di Iachini sono parsi troppo remissivi sulla palla giocata e con poche idee a centrocampo. Quello dell’Olimpico è stato un risultato avaro, ma c’è da dire che la Roma ha preso due pali.

Gara. La Roma scende in campo per continuare la serie positiva e allungare sul Milan, la Fiorentina vuole la conferma dei progressi degli ultimi turni. Fonseca sceglie Mkhitarian e Dzeko in avanti mentre Iachini se la gioca tutta in avanti e mette dentro Ghezzal, Chiesa, Ribery e Kouame.

La Fiorentina come a San Siro parte in schiacciata. E i primi minuti passano con la Roma nella tre quarti dei viola, in maglia blu. Doppia chiusura di Ghezzal su cross di Spinazzola e poi Pezzella libera su un cross di Mkhitaryan da sinistra Ci prova Kouamé in verticale per Duncan, ma chiude tutto Diawara. Si rifà sotto la Roma e al 17’ corpo a corpo Milenkovic-Mkhitaryan in area, libera il difensore. L’azione prosegue e Pellegrini viene messo a terra ai 28 metri. Batte la punizione Kolarov che la barriera devia in corner.

Nella prima metà del primo tempo la Fiorentino prova a uscire. Lo fa prima con Ribery che va via a Peres ma è chiuso da Smalling in angolo, e poi con Chiesa il cui tiro-cross di Chiesa da destra non ha fortuna. Ribery e Kuoame un po’ troppo soli, la Roma riprende metri. Al 30’ ci prova Pelegrini con un destro da fuori, Terracciano respinge e per fortuna Dzeko non arriva per il tap-in. Non riesce a uscire dalla propria metà campo la Fiorentina, troppo arretrata.

Al 38’ Spinazzola va via bene sulla sinistra, meno buono il cross dal fondo. Risponde la squadra viola, in contropiede. E fa tremare la Roma. Chiesa serve di prima intenzione Kouamé, il tiro di prima sembra destinato alla porta, ma la traiettoria viene deviata involontariamente da Ghezzal che è anche in fuorigioco. Rischia di subire il gol, la Fiorentina al 42’: Dzeko tocca di testa per Mancini che calcia di prima sotto porta, palla altissima. Al 44’ Lirola tocca in area Bruno Peres, Chiffi confronta il Var e assegna il rigore. Dagli 11 metri segna Veretout.

Reagisce la Fiorentina che al 47’ colpisce un palo con un tiro al volo di sinistro di Pezzella servito da Pulgar su punizione. Prima di andare negli spogliatori, c’è anche il tempo per annullare il raddoppio della Roma, Mancini colpisce di testa e segna, ma per l’assistente è in fuorigioco. Nella ripresa parte bene la viola, punizione da sinistra, cross tagliato di Ghezzal, ma la palla viene deviata.

AL 53’ la Roma va vicino al raddoppio con Mkhitaryan: grande chance per l’armeno che, imbeccato da Spinazzola, tenta di sorprendere Terracciano in uscita. Fuori. Al 54’ il pareggio: angolo dalla destra, Pulga imbecca Milenkovic che di testa salta su Mancini e incrocia. Gol da 10! Al 65’ palo di Mhkitaryan che riceve all’interno dell’area viola da Spinazzola e calcia col sinistro: il diagonale sarebbe imprendibile ma si infrange sul palo, e al 68’ sinistro violento di Zaniolo, Terracciano alza in corner.

Nel mezzo alle due azioni la Fiorentina c’è. Non si lascia intimidire e si fa vedere con Vlahovic. Le squadre si sfilacciano crescono le emozioni con continui strappi e ripartenze. Tiene la Fiorentina anche se fa soffrire, schiacciata indietro. Prova ad approfittarne Dzeko, ma viene deviato in angolo. Poi all’84 palo di Kolarov. All’85’ rigore dubbio, molto dubbio, per la Roma. Dzeko calcia al volo ed entra in contatto con le gambe di Terracciano in uscita in maniera lieve, ma per l’arbitro è rigore. Ghezzal protesta e viene ammonito. Tira Veretout, gol. Dopo il rigore la Fiorentina molla di testa e rischia anche il terzo gol, con Dzeko ma il suo tiro è da dimenticare.

ROMA (3-4-2-1): Lopez; Smalling, Mancini, Kolarov; B. Peres, Veretout, Diawara (77’ Cristante), Spinazzola; Pellegrini (60’ Zaniolo), Mhkitaryan (82’ Carles Perez); Dzeko all. Fonseca

FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa (82’ Venuti), Ghezzal, Pulgar, Duncan, Lirola; Ribery (46’ Cutrone), Kouame(46’ Vlahovic)  all. Iachini

ARBITRO Chiffi, assistenti Di Iorio e Vecchi, quarto Guida, al Var Mazzoleni, assistente Var De Meo

NOTE ammoniti Pezzella, Cáceres, Ghezzal, Iachini, Milenkovic, Mancini angoli 8-3 (3-1)

MARCATORI 44’ Veretout, 54’ Milenkovic, 87’ Veretout

RECUPERO: 3’ e 6’

x