« Torna indietro

Salerno e il primo Consiglio comunale nell’era covid, il sindaco Napoli si difende

Controllo temperatura a consiglieri e ospiti. Il primo Consiglio comunale di Salerno nell’era Covid inizia con quello che è passaggio fondamentale nelle misure di prevenzione contro i contagi. Cambia anche la disposizione dei consiglieri di maggioranza e opposizione, con la distanza minima di sicurezza opportunamente osservato. E’ stato anche il momento delle polemiche, con il sindaco Napoli che si è difeso dalle accuse di aver strumentalizzato politicamente la battaglia contro il coronavirus. “Chi dice queste cose mente sapendo di mentire. – ha affermato – Siamo passati da zero a 36 contagi. E le azioni di repressione e prevenzione sono state realizzate solo nell’interesse della città. Ci dobbiamo preoccupare tutti”. Ufficializzati anche i cambi di schieramenti politici: Dante Santoro entra nella Lega, Mazzeo e Pessolano si spostano in Italia Viva mentre, sempre nella maggioranza, Naddeo, Gallo e D’Alessio dalla parte di Calenda. Alla fine, approvati tutti i punti all’ordine del giorno, compreso quello aggiunto in extremis relativo alla nascita di un edificio per accoglienza familiare post terapia infantile nell’area del presidio del Ruggi.

x