« Torna indietro

Coronavirus

Quattro casi in Puglia, due nel Salento. Ancora positivi nel bollettino Covid odierno

Ancora aggiornamenti dal bollettino Covid giornaliero diramato dalla Regione Puglia e, purtroppo, non sono del tutto positivi. Dopo tante settimane da Covid-free nel Salento, da qualche giorno si fanno registrare casi di nuove positività che ancora non allarmano, ma che devono per forza di cose far stare tutti sull’attenti per tenere alta la guardia. In totale, per quanto riguarda oggi, martedì 28 luglio 2020, nella nostra Regione si sono registrati quattro nuovi casi di Coronavirus di cui, come detto, due nella provincia di Lecce (uno di questi ad Uggiano, il primo in assoluto da quando è cominciata l’emergenza Covid) e due nella provincia di Foggia. Dopo il singolo episodio di ieri, però, oggi non si sono fatti registrare per fortuna decessi. È questo in definitiva il risultato del bollettino Covid emesso e diffuso oggi dalla Regione Puglia che rende, altresì, noto il boom di tamponi eseguiti: ben 2772 in tutto il territorio pugliese. 

Bollettino Covid, i numeri complessivi dall’inizio della pandemia

Il consueto bollettino Covid emesso dalla Regione Puglia ci dà ancora una volta conto di una situazione che non è certamente allarmante e preoccupante come qualche mese fa, ma di un virus che non ha nessuno intenzione di scomparire e che in qualche modo è ancora in circolo. In agguato ci potrebbe essere la formazione di nuovi focolai che potrebbe compromettere la tranquillità di tanti comuni pugliesi e salentini. Anche per questo motivo, ed è notizia di oggi, la fondazione della Notte della Taranta ha deciso di annullare tutte le tappe itineranti dell’evento e di svolgere il concertone finale completamente a porte chiuse. Tornando al bollettino Covid di giornata, con i nuovi quattro casi in Puglia, sale a 82 il numero relativo agli attuali positivi (+3 da ieri): di questi 15 sono in stato di ricovero, nessuno in terapia intensiva. Il totale dei casi positivi al Coronavirus in Puglia, riscontrati dall’inizio dell’emergenza, sale invece a 4.596.

Edizioni

x