« Torna indietro

Firmato il Patto per la formazione professionale e l’avviamento al lavoro nel territorio di Livorno

Firmato il Patto per la formazione professionale e l’avviamento al lavoro nel territorio di Livorno

Regione e Comune insieme ai sindacati e alle associazioni di categoria

Livorno, 27 luglio 2020 – “Tornare a firmare un patto tra istituzioni, mentre nel recente passato era accaduto di rado, è di per sé importante per il nostro territorio. Se poi il patto, come in questo caso, è teso favorire lavoro e sviluppo economico, allineando l’offerta, si può affermare con sicurezza che si tratta di un passaggio di assoluto rilievo, un biglietto da visita per la nostra città, che soffre indubbiamente per la crisi dovuta anche alla pandemia, ma dimostra una capacità di reagire e riprendersi maggiore rispetto a tante altre realtà”.

Così il sindaco Luca Salvettiha voluto commentare la firma, avvenuta questa mattina nella Sala Cerimonie di Palazzo Comunale, del “Patto per la formazione professionale e l’avviamento al lavoro nel territorio di Livorno”, tra Regione Toscana, Comune di Livorno, Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, i sindacati CGIL CISL e UIL e le associazioni di categoria Cna, Confindustria, Confartigianato, Confcommercio, Confersercenti, Legacoop Toscana, Confcooperative, Spedimar, Asamar, Coldiretti, Confagricoltura, Confederazione Italiana Agricoltori.

Il patto è teso a promuovere l’allineamento dell’offerta formativa regionale ai fabbisogni delle aziende presenti sul territorio livornese, a mettere a disposizione dei cittadini un insieme integrato di opportunità per l’acquisizione, l’aggiornamento e l’adeguamento delle competenze, ed elevare cosi la capacità di risposta del sistema formativo locale ai fabbisogni di professionalità e competenze legate all’economia del mare e ai settori produttivi strategici per la città di Livorno. 

“Questo accordo – ha spiegato anche l’assessore Gianfranco Simoncini, il quale ha seguito l’iter che ha portato al risultato di oggi – vedrà il Comune fare da “ponte” tra il mondo della formazione, quello del lavoro e la Regione, con l’obiettivo di supportare le imprese, e in particolare quelle strategiche per lo sviluppo (quali le imprese dei settori nautica, automotive, meccanica e alta innovazione ecc) creando personale qualificato sul nostro territorio. E nel contempo favorirà, ci auguriamo l’occupazione dei nostri giovani e di chi ha perso il lavoro”.

“Voglio fare un plauso a questa Amministrazione – ha dichiarato l’assessora regionale alla Formazione Cristina Grieco – perché questo patto è un regalo per il territorio, nel merito e nel metodo. La formazione è la leva principale per lo sviluppo di un territorio e per favorire l’occupazione. Avere le competenze professionali in loco, per un territorio è un valore aggiunto”.

Nel corso della presentazione dell’accordo anche i sindacati e alcune associazioni di categoria hanno preso la parola per esprimere apprezzamento per l’iniziativa che ha una valenza estremamente pratica e concreta.

Edizioni

x