« Torna indietro

Anna Frank, si torna in classe nel 2022: via all’ultimo step dei lavori

E’ stato approvato dalla Giunta comunale, il progetto esecutivo per il terzo stralcio dei lavori alla scuola Anna Frank, che segna una svolta fondamentale nel lungo percorso di ristrutturazione integrale del plesso scolastico di via Pini, con la completa demolizione del corpo palestra, mensa e teatro esistente, per un  importo complessivo di 1 milione 500 mila euro, dei quali 1 milione investiti da parte dell’Amministrazione Comunale e 500.000 euro da parte della Regione.

“Nonostante l’emergenza Covid” dichiara l’assessore Alinovi “che ha determinato una sospensione dei lavori per legge di circa due mesi, stiamo cercando di recuperare sulla tabella di marcia per proseguire con continuità la riqualificazione delle scuole, primaria Anna Frank e materna Sergio Neri”.

Le operazioni di demolizione della struttura prefabbricata, seguono, nel rispetto del programma preannunciato dall’Amministrazione Comunale, le opere di rimozione dell’intonaco contenente fibre di amianto in corso di realizzazione, con inizio lavori previsto nel corso dell’autunno prossimo

Una volta terminate le opere di demolizione si darà corso ai lavori di adeguamento sismico del corpo scuola esistente con una integrale riqualificazione dell’immobile, proseguendo con la realizzazione delle opere di costruzione di un nuovo corpo di fabbrica, che accoglierà la scuola per l’infanzia Sergio Neri (storicamente inglobata nel medesimo plesso della scuola primaria Anna Frank), con un ulteriore investimento di 4 milioni 500 mila euro.

L’Amministrazione, per mezzo della propria società di scopo Parma Infrastrutture s.p.a., concluderà l’intervento di riqualificazione e il conseguente rientro degli studenti attualmente ospitati presso l’ex Pascoli di via Saffi per l’anno scolastico 2022-2023.

In vista dell’inizio dell’anno scolastico nell’ex Pascoli, ora sede della scuola primaria Anna Frank, l’Amministrazione Comunale, così come concordato con la Dirigenza Scolastica, interverrà sui lucernari delle classi poste al secondo piano, sostituendoli con nuovi serramenti apribili ed oscurabili meccanicamente. L’intervento volto a migliorare il benessere e la salubrità degli ambienti, risulta oggi ancora più importante per rispondere alle prescrizioni di salubrità degli ambienti a seguito dell’emergenza sanitaria.

Edizioni

x